Widgets Magazine
13:30 22 Ottobre 2019
Estrazione di petrolio

Le proteste in Iran hanno fatto impennare il prezzo del petrolio

© Sputnik . Ilya Pitalev
Economia
URL abbreviato
120
Seguici su

A causa della riduzione della produzione di petrolio e dei disordini in Iran il prezzo del greggio ha fatto registrare l’impennata più significativa degli ultimi due anni toccando quota 65 dollari al barile. Lo riferisce Die Presse.

I rischi geopolitici hanno ricominciato a influenzare il mercato petrolifero, afferma l'articolo. Negli anni passati, il volume della produzione mondiale era così grande che piccoli conflitti non avevano praticamente alcun effetto sul suo valore. Ma ora c'è meno materia prima e l'instabilità nel Golfo Persico è sufficiente per influenzare i prezzi. Principalmente la causa è la riduzione della produzione concordata dall'OPEC.

Nel 2016, la Russia ha accettato di partecipare all'iniziativa OPEC, ma questo non ha impedito a Mosca di estrarre più petrolio l'anno scorso che durante l'intero periodo dal crollo dell'Unione Sovietica. In media, il paese ha prodotto 10,98 milioni di barili di petrolio al giorno, che è lo 0,1% in più rispetto al 2016. Dal 1999, da quando in Russia è salito al potere Vladimir Putin, le estrazioni sono quasi raddoppiate — osserva il giornale.

Nel 2017 il Cremlino ha accettato di tagliare la produzione giornaliera, ma poco prima della conclusione dell'accordo ha aumentato significativamente i volumi di produzione. Tuttavia, quest'anno la Russia sperimenterà pienamente le conseguenze dei tagli promessi. Gli esperti prevedono la stagnazione nel settore petrolifero russo.

In ogni caso, gli investitori e le compagnie petrolifere che contavano sull'aumento dei prezzi dell'oro nero possono rallegrarsi, spiega l'autore. Soprattutto, temono che gli Stati Uniti invaderanno il mercato con olio di scisto. Sarà possibile scoprire lo sviluppo degli eventi solo al vertice OPEC del prossimo giugno. I membri del cartello discuteranno su cosa fare ulteriormente con le restrizioni. In ogni caso un forte aumento dei volumi di produzione potrebbe nuovamente ridurre il prezzo del petrolio.

Correlati:

I prezzi del petrolio in calo dopo il record di crescita
Autorità sudcoreane sequestrano altra nave sospettata di portare petrolio in Nord Corea
Mosca reagisce alle accuse di fornire petrolio russo in Corea del Nord
Tags:
Petrolio, prezzo, Proteste, OPEC, Russia, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik