16:47 20 Luglio 2018
Sterlina

Regno Unito potrebbe avere la sua criptovaluta nazionale legata alla sterlina

© REUTERS / Phil Noble
Economia
URL abbreviato
313

La Banca Centrale britannica già nel 2018 potrebbe autorizzare l'introduzione di una criptovaluta nazionale, riporta il Telegraph.

Secondo il giornale,  la Banca d'Inghilterra nel febbraio 2015 aveva creato un gruppo di lavoro ad hoc con il compito era di elaborare la road map per l'introduzione di una criptovaluta nazionale legata alla sterlina.

Gli analisti stanno ora studiando la tecnologia delle transazioni elettroniche utilizzata nelle operazioni con i bitcoin e le altre criptovalute.

Secondo un rappresentante della Banca Centrale britannica, l'anno prossimo la task force presenterà i risultati del loro lavoro.

"La tecnologia di base è di grande interesse, nella Banca d'Inghilterra ci stanno lavorando", ha dichiarato il governatore della Banca Centrale britannica Mark Carney.

Correlati:

Stoccata della Chiesa Ortodossa Russa contro il dollaro e le criptovalute
Putin incarica governo di promulgare una legge sulla creazione delle criptovalute
Putin mette in guardia dai “gravi rischi” delle criptovalute
Per il patron di Kaspersky Lab “il mondo non è pronto alle criptovalute”
Russia, Duma pronta a discutere la legalizzazione dei bitcoin e delle criptovalute
“Non ha futuro”: co-fondatore Bitcoin.com ha venduto tutti i propri bitcoin
Analisti valutano le prospettive del bitcoin dopo i nuovi record
L'esperto ha spiegato perché il tasso di cambio del bitcoin è speculativo
Tags:
Borsa&Mercati, Finanze, Economia, criptovaluta, Sterlina, Mark Carney, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik