00:14 23 Aprile 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 1°C
    Luna

    Giapponesi hanno pensato a come fare pubblicità sulla Luna

    © Foto : Pixabay
    Economia
    URL abbreviato
    116

    La start-up giapponese Ispace ha raccolto 90 milioni di dollari per lanciare un dispositivo nell'orbita lunare, che rappresenterà il primo passo per la creazione di una "economia lunare".

    Non appena una navicella sbarcherà sulla Luna, chi vorrà, tra cui Japan Airlines Co. e Tokyo Broadcasting System Holdings, potranno avere la possibilità di posizionare il cartellone pubblicitario sulla superficie del satellite naturale della Terra.

    Il progetto della start-up giapponese si è rivelato così popolare che, oltre alle società private, la società innovativa viene finanziata dalla società partecipata dal governo INCJ e dalla Banca di Sviluppo del Giappone, che hanno deciso di investire nel progetto.

    Takeshi Khakamada, a capo della startup, ha dichiarato che i banner pubblicitari saranno collocati nei veicoli spaziali e nelle sonde. In caso di atterraggio di successo, appariranno cartelloni pubblicitari sulla superficie lunare.

    In conclusione Ispace pianifica la creazione di una "economia lunare", in cui il profitto delle società "si troverà nell'obiettivo delle loro missioni". Takeshi Khakamada ammette che si dovrà aspettare almeno un decennio per avere risultati.

    "Le persone cercano le stelle per non diventare più povere. Pertanto è estremamente importante creare un'economia spaziale", afferma il numero uno di Ispace.

    I fondi raccolti verranno investiti nella tecnologia spaziale di Ispace. Dal 2021 la compagnia organizzerà una spedizione per trovare acqua per ricevere combustibile d'idrogeno e creare insediamenti lunari, riferisce il Daily Mail.

    Tags:
    Luna, Business, Spazio, Economia, Tecnologia, investimenti, Ispace, Giappone
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik