03:25 18 Novembre 2018
Impianto GNL di Yamal in costruzione

Il progetto del gas nell'Artico è la rivincita di Mosca sulle sanzioni americane

© Sputnik . Mikhail Voskresenskiy
Economia
URL abbreviato
6271

Con il completamento del progetto "Yamal LNG" Mosca ha potuto dimostrare che le misure restrittive statunitensi non sono un ostacolo. Lo riporta Bloomberg.

"Il progetto Yamal LNG incarna lo sforzo colossale dell'establishment russo, che ha dimostrato come uno dei progetti chiave di Vladimir Putin non è stato ostacolato dalle sanzioni", sostiene Bloomberg.

Il lancio dell'impianto russo sullo sfondo delle misure restrittive occidentali ha contribuito a "stimolare" la svolta politica di Mosca verso Pechino, che ha fornito la maggior parte del denaro per la sua costruzione. Inoltre, la società Novatek, che controlla Yamal LNG, ha già riflettuto sull'attuazione di progetti simili.

"Per Novatek è una vittoria sulle vicissitudini del destino", ha dichiarato James Henderson, esperto presso l'Oxford Institute for Energy Studies. "I russi sono riusciti a lanciare il progetto e per loro è una sorta di trionfo, che sottolinea che le sanzioni rimangono efficaci con grandi difficoltà".

L'adozione delle sanzioni statunitensi nel 2014 si è rivelata molto inopportuna per Yamal GNL, in quanto in quel periodo i suoi creatori stavano cercando di ottenere ingenti investimenti dalle banche occidentali.

Novatek ei suoi partner speravano che le banche e le società di altri paesi avrebbero fornito il supporto finanziario necessario. Ma i negoziati si trascinarono per due anni senza un risultato speciale, perché pochi erano disposti a rischiare di "provocare la rabbia" di Washington.

Le autorità russe sono state costrette a venire in soccorso del progetto stanziando 150 miliardi di rubli. Alla fine, nell'aprile 2016, due banche statali cinesi hanno concordato di finanziare il progetto con 12 miliardi di dollari.

Correlati:

La Total investirà nel progetto Yamal
Russia, banche europee finanzieranno progetto Yamal
Putin commenta le sanzioni occidentali e le prospettive dell'economia russa
Tags:
Gasdotto Yamal-Europa, Progetto, Sanzioni, gas, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik