06:58 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Il cibo fa parte, con il petrolio e le altre materie prime,  delle sanzioni appena prolungate

    Azienda neozelandese produrrà formaggio a San Pietroburgo

    © Sputnik. Alexander Kryazhev
    Economia
    URL abbreviato
    350

    Foodline e la neozelandese Fonterra giovedì hanno firmato un accordo per la costituzione di una joint venture per la produzione di formaggio e burro a San Pietroburgo. Lo riferiscono i media russi.

    Nella fase iniziale la fabbrica produrrà burro e formaggio con i marchi di Anchor, Hansdorf e Doyarushka, utilizzando materie prime nazionali e importate. In futuro, si prevede di produrre prodotti non solo per il mercato interno, ma anche per l'esportazione.

    Il direttore generale di Foodline, Maxim Ivanov, ha specificato che la capacità dell'azienda è sufficiente a produrre almeno 100 tonnellate di formaggio e 400 tonnellate di burro al mese.

    "Abbiamo una forte presenza in Asia, Sud America e Australia. Negli ultimi anni abbiamo anche iniziato a fare investimenti in Europa e negli Stati Uniti", ha detto il direttore di Fonterra Cooperative Group Ltd Europa, Medio Oriente e Africa Hans Heystra.

    Fonterra in Nuova Zelanda è considerato uno dei maggiori esportatori di prodotti lattiero-caseari nel mondo. Foodline ha centri di distribuzione a San Pietroburgo, Ekaterinburg, Novosibirsk, Samara, Nizhny Novgorod e Rostov-on-Don.

    Correlati:

    Media: produttore di formaggio francese alla conquista del mercato russo
    Sanzioni, 100 mila tonnellate di formaggi vietati arrivano in Russia dal Kazakistan
    Grazie a San Marino la Russia potrebbe riprendere importazioni di formaggi&carne da Europa
    Tags:
    Produzione, formaggi, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik