12:30 25 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca-5°C
    Ex presidente del consiglio italiano Romano Prodi

    Romano Prodi: Europa sta diventando vittima della politica unilaterale americana

    © REUTERS/ Maxim Zmeyev
    Economia
    URL abbreviato
    171848212

    Gli europei stanno diventando vittime dell'unilateralismo statunitense: la svolta orientale della Russia è evidente; dividere l'Europa dalla Russia è un errore inspiegabile degli Stati Uniti, ha dichiarato il presidente della Fondazione per la Cooperazione Internazionale ed ex capo del governo italiano Romano Prodi.

    "Se nel 2012 la quota delle esportazioni della UE verso i Paesi della Comunità Economica Eurasiatica superava l'8%, ora è scesa al 4,8%. Sono davvero stupito di come le sanzioni abbiano cambiato il rapporto e dei danni che hanno inflitto alla nostra cooperazione," — ha evidenziato Prodi, intervenendo al Forum economico eurasiatico di Verona.

    "Se nel 2012 avevamo un giro d'affari da 134 miliardi di euro, nel 2014 a 118 miliardi, nel 2015 ad 86, ovvero si è ridotto del 25%. Questo è un periodo in cui, nonostante alcune difficoltà economiche, il commercio internazionale si è sviluppato. Si capisce chiaramente che c'è stato un allontanamento delle posizioni politiche e i Paesi della Comunità economica eurasiatica ora guardano per certi livelli più ad Oriente che in Occidente", — ha aggiunto l'ex primo ministro.

    Prodi ha avvertito che se questa situazione diventa una tendenza di lungo termine, si trasformerà in una condizione permanente.

    "E' evidente l'inversione della Russia verso est, ed è impressionante. Noi europei, a quanto pare, stiamo diventando vittime di una politica che non abbiamo scelto," — ha sottolineato Prodi.

    "Non può esserci pace in Medio Oriente a meno che non ci sia consenso tra la Russia e gli USA. Non è solo sufficiente, è una condizione necessaria per raggiungere la pace". Gli Stati Uniti hanno così implementato la propria politica che a seguito delle sanzioni non solo non ci hanno perso, ma ci hanno persino guadagnato, ha constatato Prodi lamentandosi.

    "Di fatto siamo schiacciati da questa politica. Intendo dire che non stiamo sfruttando tutte le nostre potenzialità. Separare l'Europa e la Russia penso sia un errore degli Stati Uniti che alla luce di una prospettiva storica è inspiegabile".

    Il Forum economico eurasiatico è iniziato oggi a Verona. Il tema principale di quest'anno è "Una grande Eurasia come motore nel contesto geopolitico ed economico moderno internazionale". All'evento prendono parte i rappresentanti di grandi imprese italiane, russe e molti altri Paesi, tra cui la Cina, nonché i rappresentanti delle autorità governative. L'agenzia russa di stampa internazionale "Rossiya Segodnya" è il partner mediatico del forum.

    Correlati:

    L'Italia deve riportare la Russia al G8, ha detto Prodi
    Prodi: le sanzioni alla Russia vanno tolte immediatamente
    Prodi al Forum di Verona, "Europa debole, per la pace serve l'accordo tra Russia e USA"
    Prodi: isolare la Russia è un danno
    Bloomberg: trasformazione degli USA in superpotenza imprevedibile è allarmante per Russia
    Energia, Schroeder: Stati Uniti vogliono indebolire collaborazione Russia-UE
    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Economia, Commercio, Diplomazia Internazionale, Occidente, sanzioni antirusse, Unione Europea, Romano Prodi, UE, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik