01:25 18 Agosto 2017
Roma+ 25°C
Mosca+ 18°C
    Bandiera russa a Sebastopoli, Crimea

    “Turbine in Crimea”, giallo per aggiramento delle sanzioni UE della Siemens

    © Sputnik. Vasiliy Batanov
    Economia
    URL abbreviato
    162489312

    La Russia ha consegnato in Crimea delle turbine per centrali elettriche prodotte dalla società tedesca Siemens nonostante le sanzioni dell'Unione Europea, scrive la Reuters riferendosi a tre fonti informate.

    La Russia ha bisogno di turbine per due nuove centrali elettriche in costruzione in Crimea. La loro consegna è stata rinviata di 1 anno, in quanto le società interessate temevano di violare le sanzioni europee, hanno raccontato gli interlocutori dell'agenzia. Il ministero dell'Energia russo non ha voluto rilasciare commenti all'agenzia.

    Una fonte ha dichiarato che le turbine sono arrivate in Crimea via mare. Secondo lui, devono essere utilizzate nelle centrali elettriche di Sebastopoli e sono state scaricate nel porto della città. Si tratta presumibilmente delle turbine a gas SGT5-2000E, prodotte soltanto dalla Siemens e dalle sue società controllate.

    Allo stesso tempo l'azienda tedesca ha smentito quanto scritto dalla Reuters.

    "La Siemens non ha consegnato turbine in Crimea e rispetta tutte le normative di controllo delle esportazioni", — ha dichiarato il rappresentante della Siemens a Monaco di Baviera Wolfram Trost.

    L'agenzia osserva inoltre che non si sa se la Siemens fosse al corrente delle consegne.

    "Ma questo punto deve essere chiarito dalla società tedesca…in assenza di garanzie sufficienti per confermare che i suoi equipaggiamenti non finiscano nel territorio considerato dalla maggior parte dei Paesi annesso illegalmente," — scrive la Reuters riportando il parere di esperti di diritto.

    La società tedesca Siemens non ha fornito turbine in Crimea bypassando le sanzioni UE, ha dichiarato a sua volta a RIA Novosti il portavoce della società Michael Friedrich.

    "La Siemens non ha fornito turbine in Crimea e rispetta tutte le restrizioni in materia di controllo delle esportazioni" — ha evidenziato Friedrich.

    Correlati:

    Rappresentanti permanenti dei Paesi UE dicono sì a proroga sanzioni contro Crimea
    Crimea reagisce con filosofia alle sanzioni occidentali
    Imprenditori italiani rivelano lo schema per aggirare le sanzioni UE contro la Crimea
    Aziende ucraine continuano a guadagnare in Crimea nonostante le sanzioni e blocco di Kiev
    Il business tedesco prevede cambiamenti positivi in Russia
    Tags:
    sanzioni antirusse, Energia, Unione Europea, Siemens, Agenzia Reuters, UE, Russia, Crimea
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik