08:52 26 Gennaio 2020
Economia
URL abbreviato
0 91
Seguici su

La società statale ucraina aveva interrotto i pagamenti nella primavera del 2016.

L'Ucraina ha ripristinato le procedure di pagamento per il trasporto di combustibili nucleari esauriti in Russia: lo ha detto una fonte informata sugli sviluppi.

"La parte ucraina — ha detto — paga tutto alla giornata, ora non c'è alcun debito".

La Energoatom, l'impresa statale ucraina che gestisce tutti i quattro impianti nucleari del paese, aveva dichiarato la scorsa primavera di aver interrotto i pagamenti. Energoatom aveva spiegato che la decisione aveva a che fare con il fatto che le autorità avevano sequestrato i suoi conti valutati 7,9 miliardi di dollari nel marzo 2016, congelando effettivamente le sue attività finanziarie ed economiche.

La società russa Rosatom, secondo quanto riportato, era stata costretta a ritardare le sue consegne di combustibile esaurito del maggio 2016 a causa dell'incapacità di Energoatom di recuperare le capacità di pagamento.

Correlati:

Nucleare, Rosatom: impianti in Bangladesh ed Egitto
Russia, nave rompighiaccio nucleare "Arktika" sarà consegnata a Rosatom nel 2019
Rosatom prepara una società di medicina nucleare da presentare sui mercati mondiali
Nucleare, Rosatom firma memorandum con Sudan
Rosatom sfida Areva e Westinghouse per il monopolio mondiale del nucleare
Tags:
nucleare, Energia, Rosatom, Energoatom, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik