05:16 24 Novembre 2020
Economia
URL abbreviato
1262
Seguici su

I chimici russi hanno sviluppato una nuova tecnica per ricavare rame, nichel e molibdeno dai minerali in cui sono contenuti, riducendo drasticamente i costi di produzione dei metalli nobili e migliorando l'impatto ambientale delle industrie metallurgiche, segnala l'ufficio stampa dell'Università di Tecnologie moscovita "MISIS".

"I vantaggi principali della nostra tecnologia sono quattro. Innanzitutto è più economica per il minor consumo di energia e, in secondo luogo è maggiore la resa dell'estrazione del metallo, in terzo luogo la tecnologia è più ecologica grazie all'eliminazione o riduzione di emissioni di biossido di zolfo, infine il materiale ottenuto è maggiormente commerciabile,"

— ha dichiarato il professore del Dipartimento di metalli nobili dell'ateneo "MISIS" Alexandr Medvedev.

I ricercatori propongono di sfruttare un'altra tecnica estrattiva che può ridurre il consumo d'energia della produzione ed eliminare i composti di zolfo gassosi. Comprende due fasi: nella prima il minerale viene fatto reagire con il cloruro di sodio o di potassio, dopodichè il materiale ottenuto viene trattato con l'acqua.

Alla fine resta una polvere di idrossido di metallo che può essere facilmente sciolta nell'acido per poi ottenere il rame, il nichel o il molibdeno utilizzando una reazione chimica o elettrochimica.

Secondo Medvedev, la tecnologia è stata testata sui minerali di nichel e rame in Russia, Mongolia e Birmania ed è già stata implementata in produzione. Inoltre questo metodo è stato testato con successo per la lavorazione dei concentrati di molibdeno ed ora i ricercatori sono pronti a testarlo in ambiente industriale.

Correlati:

Russia, gli scienziati scoprono il procedimento per trasformare il carbone in oro
Tags:
Chimica, Scienza e Tecnica, Tecnologia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook