21:02 26 Maggio 2017
    Manifestanti contro gli accordi commerciali della UE con il Nord America

    In mezza Europa potrebbe svolgersi il referendum su accordo commerciale tra Canada e UE

    © REUTERS/ Yves Herman
    Economia
    URL abbreviato
    251754

    In quasi la metà dei Paesi dell'Unione Europea potrebbe essere sottoposta al voto popolare l'approvazione dell'accordo commerciale di Bruxelles con il Canada (CETA), scrive il portale di notizie EurActiv.

    Mercoledì l'Europarlamento ha ratificato il CETA: 408 deputati hanno votato a favore, i "no" sono stati 254, mentre gli astenuti sono stati 33. Allo stesso tempo la petizione che chiede al Parlamento europeo di non ratificare l'accordo commerciale tra la UE e il Canada ha riscosso 3,5 milioni di firme tra i cittadini europei.

    "Secondo una ricerca parlamentare, le leggi nazionali interne consentono di indire un referendum sul CETA in Austria, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Francia, Grecia, Irlanda, Lituania, Olanda, Polonia, Romania, Slovacchia e Regno Unito", — scrive il portale informativo.

    L'accordo economico-commerciale bilaterale tra UE e Canada è stato firmato il 30 ottobre 2016. Inizierà ad essere implementato parzialmente nella UE dopo il voto favorevole del Parlamento europeo. Per l'entrata in vigore definitiva sarà necessaria la ratifica dell'accordo da parte dei Parlamenti di tutti i Paesi della UE ad eccezione di Malta.

    Correlati:

    UE e Canada firmano accordo economico CETA
    Ceta, Vallonia: no ad ultimatum Ue sul trattato, non è serio
    Partito dei pirati islandese critica il TTIP perché poco trasparente
    Germania, in sette città si protesta contro il TTIP
    Ue-Usa, Merkel: accordo su Ttip è "assolutamente" nell'interesse dell'Europa
    La Francia cercherà di interrompere le trattative per il TTIP alla Commissione europea
    Tags:
    referendum, Politica Internazionale, Economia, Commercio, Trattato Ceta, Area di libero scambio SCO, Europarlamento, Unione Europea, Canada, UE
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik