23:28 21 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 11°C
    Blindato dell'esercito ucraino

    Ucraina compra in Russia i motori per mezzi blindati dell'esercito tramite imprese moldave

    © Foto: President of the Ukraine Press Service/Mikhail Palinchak
    Economia
    URL abbreviato
    41577132

    La società pubblica ucraina Ukroboronprom, attraverso le proprie imprese controllate acquista i motori russi per mezzi militari a prezzi gonfiati attraverso una società moldava, riferiscono i giornalisti della trasmissione "Sledstvie.info".

    Nel 2014 il presidente ucraino Petr Poroshenko aveva vietato qualsiasi forma di cooperazione tecnico-militare con la Russia. Tuttavia di tanto in tanto nei media trapelano notizie relative all'acquisto di Kiev di componenti russi.

    Ad esempio alla fine dello scorso anno i giornalisti ucraini avevano segnalato che l'impresa Ukrinmash (controllata da Ukroboronprom, ndr) aveva acquistato tramite intermediari britannici cingoli da produttori russi e motori per i blindati BTR-70. La stessa Ukroboronprom aveva smentito questa informazione.

    Gli autori dell'inchiesta hanno riferito di aver scoperto lo schema, che prevede quattro agenti economici. Per non comprare i motori direttamente alla Russia, una società controllata di Ukroboronprom effettua gli acquisti dei motori russi tramite imprese intermediarie moldave.

    In questo modo una società moldava ha acquistato dallo stabilimento della russa Kamaz 20 motori, che poi ha importato nel Paese su camion. Dopo alcuni giorni la società moldavo-ucraina che ha provveduto al trasporto dei motori li ha rivenduti all'impresa Avtoprezent, che a sua volta li ha ceduto ad una società tedesca. Questa ultima società tedesca si occupa di importare in Ucraina i motori.

    La società ucraina ha sborsato per 1 motore 15mila euro. Allo stesso tempo il prezzo reale di questa componente in Moldavia non è superiore ai 10.000 euro, hanno chiarito i giornalisti.

    Inoltre affermano che a loro disposizioni sono finiti documenti che confermano decine di operazioni su componenti militari di fabbricazione russa a prezzi gonfiati.

    Correlati:

    Sanzioni e russofobia inutili, Russia serve all'Occidente: la spiegazione di Le Figaro
    Cultura più forte della russofobia: ucraini pronti a portare di contrabbando i libri russi
    Deputata ucraina Savchenko tenuta fuori da fabbrica d'armi al grido “agente del Cremlino”
    Ucraina, Poroshenko punta all’esportazione di armi per rimpinguare le casse statali
    Poroshenko rivela quanti soldi l'Ucraina ha bisogno di spendere in armi
    Tags:
    Russofobia, Armi, Difesa, Sicurezza, sanzioni antirusse, esercito ucraino, Kamaz, Ukroboronprom, Petr Poroshenko, Moldavia, Germania, Ucraina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik