02:37 03 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
331
Seguici su

In un'intervista con Sputnik il ministro dell'Agricoltura e dell'Allevamento della Turchia Faruk Celik ha commentato la situazione nel settore agricolo nell'ambito delle relazioni tra la Turchia e la Russia.

La crisi arrivata dopo l'abbattimento dell'aereo russo in Siria ha avuto un impatto estremamente negativo sul settore agricolo:

"Purtroppo, nonostante l'attivo processo di normalizzazione delle relazioni bilaterali e il fatto che la questione della ripresa delle esportazioni della nostra produzione di frutta e verdura in Russia sia stata più volte discussa a livello ministeriale con i rappresentanti del governo russo, non siamo ancora riusciti a raggiungere il risultato desiderato per far esportare ai nostri produttori i propri prodotti nel mercato russo. Prima di tutto si tratta di pomodori e 15 tipi di prodotti agricoli, le cui forniture nel mercato russo non possono ancora essere realizzate.

Recentemente il nostro presidente e Vladimir Putin hanno discusso la questione della soppressione delle quote e le restrizioni per alcuni tipi di prodotti, principalmente il discorso riguardava pomodori ed uva. Continuiamo a dialogare su questo tema.

Ma sono costretto a constatare che non osserviamo progressi tangibili nelle azioni della parte russa. Mi auguro che la nostra interazione in questo settore venga ripresa completamente fino al livello precedente grazie alla revoca definitiva delle restrizioni sulle importazioni di merci turche nel mercato russo.

I prodotti turchi entrano nel mercato russo attraverso Paesi terzi. In questa situazione il cliente russo è danneggiato perché consuma un prodotto più costoso, allo stesso tempo ci sono danni per il produttore turco, che vende i suoi prodotti a minor prezzo rispetto al solito.

E' essenziale che entrambi i mercati vengano risparmiati da intermediari di Paesi terzi, abbiamo posto particolare enfasi sulla necessità di avere contatti commerciali diretti.

Spero che presto si trovi una soluzione a questo problema. Il produttore turco non capisce perché in un contesto di rafforzamento attivo delle relazioni tra Turchia e Russia, la cooperazione bilaterale nel settore agricolo continua a rimanere ferma. Occorre il più presto possibile trovare una via d'uscita da questa situazione."

Correlati:

Agricoltura, Medvedev sicuro: in qualsiasi condizione la Russia sarà autosufficiente
Tags:
Commercio, Economia, Agricoltura, Faruk Celik, Turchia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook