20:52 24 Marzo 2017
    Stazione del gas in Ucraina (Naftogaz)

    Per il gelo l'Ucraina rischia di consumare gas di transito mentre l'Europa resta al freddo

    © AFP 2017/ SERGEY BOBOK
    Economia
    URL abbreviato
    122068419

    In Ucraina il freddo di questa stagione invernale ha portato al raddoppio del consumo del gas russo di transito, provocando l'interruzione dell'erogazione del combustibile e di conseguenza l'esaurimento delle scorte in 70 giorni, segnala Die Tageszeitung.

    Pertanto è possibile la ripetizione della "crisi del gas" del 2009, quando la carenza di combustibile aveva colpito non solo gli ucraini, ma anche i cittadini della UE, osserva il giornale.

    Per l'ondata di gelo che si è abbattuta nel Paese l'Ucraina teme di non avere riserve sufficienti di gas per arrivare alla fine dell'inverno, scrive il giornalista Bernhard Clasen di Die Tageszeitung. Non è esclusa la ripetizione della "crisi del gas" del 2009, quando il combustibile per il riscaldamento è venuto a mancare in alcuni Paesi europei a seguito dei prelievi della parte ucraina.

    La scorsa settimana in Ucraina è aumentato il consumo di gas fino a 100 milioni di metri cubi al giorno, raddoppiando così il valore medio.

    Le scorte sono ancora sufficienti, tuttavia la rete di gasdotti richiede un minimo di 4 miliardi di metri cubi di gas per mantenere la pressione nei valori previsti. Se il freddo continua, le riserve potrebbero esaurirsi in 70 giorni, sottolinea Clasen.

    A questo proposito, il numero uno di Gazprom Alexey Miller ha messo in guardia l'Ucraina dall'utilizzo abusivo di gas già a dicembre.

    In questo caso il trasporto di gas attraverso i gasdotti ucraini sarebbe stato sospeso immediatamente con le relative conseguenze in Europa, ha dichiarato Miller.

    I "rimproveri" da parte della Russia non sono una novità: nel 2009 la Russia aveva tagliato brevemente le forniture attraverso l'Ucraina a seguito dei prelievi abusivi sul gas di transito.

    A Kiev smentiscono le accuse, sostenendo che sono "una scusa per tagliare il transito del gas russo verso l'Occidente", da cui l'Ucraina riceve annualmente 2 miliardi $.

    Secondo Clasen, la probabilità di una nuova "crisi del gas" sono ancora relativamente piccole, dal momento che il freddo così intenso non dovrebbe durare fino a marzo. Inoltre la compagnia energetica ucraina "Naftogaz" ha ricevuto un prestito da Deutsche Bank e Citi Bank, in modo che in una situazione di emergenza possa essere in grado di acquistare il gas. In futuro l'Ucraina intende inoltre ottenere più gas dall'Europa.

    Di fatto si tratta del gas russo, ma il commercio interno della UE rende le forniture "molto più sicure" per l'Ucraina.

    Nonostante i piani del governo ucraino sul risparmio energetico, il Paese mostra poco interesse. Ad esempio a dicembre i rappresentanti del consiglio comunale di Kiev hanno riconosciuto che la città non ha di fatto realizzato il maxi piano per risparmiare energia nel 2016.

    "La maggior parte del budget è stato speso per seminari e progetti, piuttosto che per le misure di austerità" — riassume il giornalista di Die Tageszeitung.

    Correlati:

    “Naftogaz”: rischio blocco del transito gas russo su territorio ucraino
    Forbes: Kiev rimarrà senza "soldi facili" per il transito del gas
    Il transito del gas russo attraverso l'Ucraina a dicembre è sceso del 19%
    Novak: impossibile fare previsioni sul futuro del transito del gas attraverso l’Ucraina
    Gazprom avverte dei rischi sul transito di gas in Europa attraverso l'Ucraina
    Tags:
    Energia, Economia, gas della Russia, maltempo, Gazprom, Unione Europea, Alexey Miller, UE, Ucraina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • avatar
      francescoslossel
      da ridere per non piangere, visto che da tempo da parecchi era stato segnalato il pericolo...
    • avatar
      советский
      Hanno li vicino la Grande Mamma che non sa più a chi dare il Gas, ma loro no. Loro vogliono il Gas a gratis ma non la Mamma. Allora che si arrangino e facciano come facciamo noi Italiani che NON mangiamo per comperarci il Gas che ce lo fanno pagare un occhio della testa per poter avere 18 gradi di temperatura in casa..
    • avatar
      Libero pensatore
      Il Generale Inverno sta per colpire di nuovo.
    • avatar
      fabixmotta68
      Ci siamo, ne avevamo già parlato un po tutti su ciò che potrebbe succedere. A porkoscemo non frega nulla, lui e gli altri arraffatori comunque continueranno a sguazzare nell'oro.Il problema è che i mesi più freddi sono solo all'inizio e le previsioni non sono buone. Mi dispiace solo per la povera gente, anche se non capisco come hanno potuto farsi prendere per il culo in questo modo!!
    • giovanni
      Potessero morire congelati ,farei festa!
    • avatar
      gt
      naturalmente gli usa e la ue ben consigliano l'ucraina e quind efficentamento energetico neanche a parlarne....edifici studiati per determinati climi con isolamenti adeguati...staremo mica scherzando gli investimenti si fanno solo per fare la guerra alla russia....questo il futuro....a meno che i russi collaudino testate da un gigatone...forse un po' di fuochi d'artificio farebbero rinsavire molte anime perse....
    • roberto
      Nulla di nuovo, succede quasi tutti gli inverni. La soluzione consiste nel raddoppio del North Stream e nella costruzione del Turkish Stream. Solo allora la Russia e l'Europa tireranno un sospiro di sollievo. L'Ucraina sarà by-passata e avrà quello che si merita.
    • RobertzetaIn risposta giovanni(Mostra commentoNascondi commento)
      giovanni, Un siluro al loro governo fascita e faccio festa 2 volte.
    Mostra nuovi commenti (0)