Widgets Magazine
23:44 18 Luglio 2019
Presidente lettone Raimonds Vējonis

Lettonia, confessione shock del presidente: “non abbiamo un'economia nazionale”

© Foto : Raimonds Vējonis profile in Twitter
Economia
URL abbreviato
7280

La Lettonia non ha una propria economia, ha dichiarato in un'intervista al quotidiano “Diena” il capo di Stato Raimonds Vējonis.

"Vediamo che non appena frenano gli investimenti dei fondi della UE, arretra significativamente la crescita del nostro prodotto interno lordo. Questo significa che in realtà non abbiamo una nostra economia," — ha detto il capo di Stato lettone.

Il presidente ha inoltre ammesso che a 25 anni dell'uscita dall'Urss e dall'indipendenza, la Lettonia non è riuscita a risolvere una serie di problemi, tra cui l'assistenza sanitaria e l'istruzione.

La Lettonia ha ottenuto l'indipendenza nel 1991. Nel 2004 il Paese ha aderito all'Unione Europea e alla NATO.

Nel 2015 il Pil della Lettonia è cresciuto del 2,7%.

Tuttavia il governatore della Banca Centrale della Lettonia ha rilevato un significativo aumento del debito pubblico, quintuplicato nel corso degli ultimi 10 anni fino a 9,5 miliardi $.

Secondo Eurostat, nel secondo trimestre del 2016 il rapporto tra deficit e Pil è del 3,7%: è il secondo peggior dato in Europa dopo la Grecia.

Correlati:

Lettonia, in cantiere una base militare sul Baltico aperta alla Nato
Guerra di sanzioni, la Lettonia non è riuscita a compensare la perdita del mercato russo
La Lettonia ha stimato le eventuali perdite del transito commerciale con la Russia
Ambasciatore russo parla della russofobia in Lettonia
Tags:
PIL, Economia, Occidente, investimenti, Unione Europea, Raimonds Vējonis, UE, Lettonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik