Widgets Magazine
17:11 21 Ottobre 2019
Donald Trump

La vittoria di Trump manda nel panico i mercati mondiali

© AFP 2019 / Brendan Smialowski
Economia
URL abbreviato
10130
Seguici su

Per la seconda volta quest'anno i mercati finanziari di tutto il mondo sono piombati nella paura. La prima volta è avvenuto dopo il referendum nel Regno Unito che ha sancito la Brexit. Quasi tutti i sondaggi affermavano che Hillary Clinton aveva la vittoria in tasca, ma gli elettori americani hanno deciso in altro modo.

I mercati mondiali non erano chiaramente pronti al successo di Trump, pertanto la prima reazione è stata negativa. I futures sull'indice Dow-Jones sono crollati del 4,4%, solo di un punto percentuale in meno rispetto a quanto avvenuto dopo gli attacchi terroristici del settembre 2001. L'indice Nikkei è sceso del 5,36%, l'Hang Seng di Hong Kong, così come gli indici delle borse di Francia e Germania, hanno perso più del 3%, la borsa cinese di Shanghai ha perso lo 0,8%, l'indice sudcoreano Kospi ha segnato —2,9%.

Gli investitori sono preoccupati dal fatto che la politica del nuovo presidente degli Stati Uniti porterà verso l'incertezza economica e globale.

Questi timori si sono riflessi più evidentemente nella moneta del Messico, bersaglio della retorica aggressiva di Trump, il quale si oppone all'immigrazione ed ha promesso di costruire un muro al confine con il Paese centro-americano. Il pesos messicano è crollato ai minimi degli ultimi 10 anni. Si sono sensibilmente rafforzati lo yen e l'euro nei confronti del dollaro nei mercati asiatici, registrando rispettivamente +3,4% e +2,5% sul biglietto verde. Anche il petrolio, il rublo e la borsa russa hanno reagito con un calo. Contemporaneamente è volato il prezzo dell'oro, salito del 5%, inoltre ha registrato un forte aumento il Bitcoin.

Di fatto i mercati globali non erano pronti al trionfo di Trump e la prima reazione ricorda il panico: gli investitori hanno venduto le loro azioni e le valute dei Paesi in via di sviluppo ed hanno riversato le loro risorse in beni rifugio: oro, titoli di stato e yen.

"Gli investitori si sono imbattuti in una situazione inaspettata che ha richiesto di rinunciare al rischio", — conferma Norihiro Fujita, analista senior di Mitsubishi UFJ Morgan Stanley Securities.

Molti sono preoccupati dal fatto che Trump abbia promesso di puntare sul protezionismo in politica economica, minacciando in questo modo una guerra commerciale con la Cina e minando così la crescita economica globale. Ci potranno essere maggiori effetti negativi se Trump perseguirà una linea più isolazionista rispetto agli altri presidenti statunitensi.

"In generale i risultati delle elezioni hanno dimostrato che gli elettori americani hanno respinto lo status quo politico ed economico, anche in relazione alla linea degli ultimi decenni tesa all'eliminazione delle barriere nel commercio mondiale", — ritiene l'analista Nikita Krichevsky.

"L'America ha votato contro la mostruosa stratificazione sociale, contro le innumerevoli prove di Wall Street, che hanno messo il benessere di decine di milioni di americani in balia degli speculatori di borsa. L'America ha votato contro il modello economico della delocalizzazione, dall'esenzione dell'imposta sul reddito per chi porta all'estero la produzione, mentre la gente perde il lavoro e viene posta ai margini. L'America ha votato contro la dipendenza economica dal resto del mondo, in cui l'esistenza di una società stabile è direttamente proporzionale alla qualità del sentimento politico ed economico in altri Paesi."

Nessun economista si è preso la responsabilità di prevedere gli scenari futuri e l'evolversi dei mercati, essenzialmente per l'incertezza di come agirà la nuova amministrazione. Tuttavia la maggior parte degli analisti crede che i mercati saranno volatili per almeno qualche settimana.

Il 19 dicembre si svolgerà la procedura formale di elezione del presidente col voto dei grandi elettori e il successivo 6 gennaio il Congresso ratificherà il procedimento. L'insediamento del nuovo presidente è previsto il 20 gennaio.

Correlati:

Messaggio di Putin agli americani e Trump, "congratulazioni"
I media americani sono passati dall'analisi delle battute di Trump ai motivi di vittoria
DONALD TRUMP HA VINTO!
Trump il Vittorioso
Putin, telegramma a Trump: auspicio lavoro congiunto per superare la crisi in relazioni
Tags:
Borsa&Mercati, Geopolitica, Finanze, Società, Economia, Presidenziali USA 2016, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik