09:43 10 Luglio 2020
Economia
URL abbreviato
6360
Seguici su

Il vice premier Tomislav Donchev ha affermato che la parte bulgara deve il più presto possibile risarcire la società russa Rosatom dell'intero importo del debito sul progetto della centrale nucleare "Belene", conformemente alla decisione dell'arbitrato internazionale di Ginevra, per gli interessi di mora particolarmente salati.

"Prima di impegnarci in un dialogo per la sorte dei reattori russi destinati a "Belene", la Bulgaria deve pagare," — l'agenzia Novinite riporta le parole di Donchev, che ha sottolineato la necessità di trovare una soluzione rapida, in quanto l'importo degli interessi di mora ammonta a 10 milioni di euro al mese.

"Le stesse imprese non saranno in grado di trovare i soldi," — ha detto Donchev. Uno degli schemi è l'erogazione di un prestito alle imprese.

L'avvio della costruzione della centrale nucleare "Belene" era stato annunciato nel 2005; la gara d'appalto è stata vinta dalla società russa Atomstroyexport, appartenente al gruppo Rosatom. L'accordo per la costruzione dell'impianto è stato firmato il 29 novembre 2006. Nel 2007 il progetto russo è stato trovato conforme agli standard europei per le centrali di una nuova generazione con reattori ad acqua leggera, e il 18 gennaio 2008 è stato firmato l'accordo per l'avvio operativo dei lavori. Il 28 marzo 2012 il governo bulgaro ha annunciato di voler rinunciare alla centrale "Belene".

Lo scorso giugno si è saputo che il Tribunale Arbitrale presso la Camera di Commercio Internazionale di Ginevra ha emesso una sentenza favorevole alla parte russa nel contenzioso con la compagnia energetica nazionale bulgara, imponendole di risarcire la società "Atomstroyexport" con 620 milioni di euro.

Correlati:

La Bulgaria invita specialisti russi per discutere la cooperazione nel campo energetico
La Bulgaria pretende chiarezza dalla UE sui progetti energetici nazionali
Bulgaria, premier: Vogliamo accordo con Rosatom
Tags:
Nucleare, Finanze, Energia, Rosatom, governo, Tomislav Donchev, Bulgaria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook