Widgets Magazine
20:41 19 Settembre 2019
Gasdotto South Stream

Bulgaria e Russia potrebbero riprendere il progetto South Stream

© Sputnik . Sergei Guneev
Economia
URL abbreviato
5191
Seguici su

La Bulgaria e la Russia potrebbero ripristinare i progetti energetici congelati, tra cui il gasdotto "South Stream": lo ha dichiarato il primo ministro bulgaro Boyko Borisov.

"La Bulgaria e la Russia hanno deciso di costituire dei gruppi di lavoro per ripristinare i progetti energetici comuni, tra cui la costruzione del gasdotto" South Stream" — Bloomberg riporta le parole del capo del governo bulgaro.

Tra gli altri progetti che verranno discussi figura la costruzione della centrale nucleare di Belene, sospesa nel 2009.

Venerdì scorso il presidente russo Vladimir Putin ha avuto una conversazione telefonica con il premier bulgaro. I politici hanno discusso di cooperazione bilaterale, con particolare attenzione alla realizzazione di progetti energetici comuni.

Nel dicembre 2014 la Russia aveva annunciato di rinunciare a "South Stream", che si sarebbe snodato attraverso i territori di Bulgaria, Serbia e Ungheria, a favore di un nuovo gasdotto verso la Turchia ("Turkish Stream"). Tuttavia anche questo progetto è stato congelato dopo il peggioramento delle relazioni tra Mosca e Ankara.

Il motivo della rinuncia a "South Stream" è nella posizione dell'Unione Europea: secondo il terzo pacchetto energia, una società non può produrre e gestire la rete di distribuzione del gas.

Correlati:

Russia pronta a costruire il South Stream, ma l’ultima parola spetta all’Eurocommissione
Cremlino: nessuna proposta dalla Russia per la UE sul gasdotto “South Stream”
La Bulgaria intende riprendere i colloqui su "South Stream"
Tags:
Geopolitica, Energia, Economia, South Stream, Gas della Russia, gasdotto, Unione Europea, Boyko Borisov, Bulgaria, UE, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik