03:27 22 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
443
Seguici su

La società ingegneristica e di costruzione Salini Impregilo costruirà la centrale idroelettrica a Rogun, in Tagikistan, per 3,9 miliardi di dollari, emerge da un comunicato dell'ufficio stampa del presidente tagiko Emomali Rakhmon.

"L'importo totale dell'accordo firmato il 1° luglio sulle modalità di cooperazione tra il gestore della centrale idroelettrica di Rogun e la compagnia appaltatrice "Salini Impregilo" SpA ammonta a 4 rate per una cifra complessiva di 3,9 miliardi di dollari, in particolare la seconda rata contempla la realizzazione della diga della centrale di Rogun per 1,95 miliardi di dollari", — si afferma nel comunicato.

"E' stato sottolineato che gli studi di fattibilità tecnico-economici e socio-ecologici condotti da una task force della Banca Mondiale hanno dimostrato che la costruzione della centrale di Rogun corrisponde ai requisiti ambientali e di sicurezza", — comunica l'ufficio stampa a margine della riunione di Rakhmon con i vertici della società italiana.

La costruzione della diga della centrale idroelettrica di Rogun è stata rinviata a causa di polemiche nel corso degli anni con le autorità uzbeke. In Uzbekistan temono le conseguenze della rottura della diga a seguito di un eventuale terremoto. Ma il Tagikistan considera queste preoccupazioni infondate, riferendosi agli esempi di altre centrali idroelettriche con lo stesso tipo di diga.

Tags:
Energia, Economia, investimenti, Salini Impregilo, Emomali Rakhmon, Italia, Tagikistan
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook