Widgets Magazine
04:49 21 Luglio 2019
Bandierine pro-Brexit

"Nessuna crisi economica col Brexit, ma inizio crollo UE o disgregazione UK"

© AFP 2019 / Chris J Ratcliffe
Economia
URL abbreviato
9200

La decisione della Gran Bretagna di separarsi dall'Unione Europea può rappresentare l'inizio del crollo della UE o della disgregazione del Regno Unito, ritiene Nouriel Roubini, economista americano che aveva predetto la crisi economica del 2008. Secondo la Reuters lo ha affermato al Forum Economico Mondiale a Tianjin.

Allo stesso tempo ha assicurato che non ci sarà una nuova ondata di recessione o una nuova crisi finanziaria a seguito della Brexit.

Pochi giorni prima del referendum britannico, Roubini aveva sostenuto che la decisione di separarsi dalla UE avrebbe potuto impattare significativamente la solidità dell'economia britannica e il livello di disoccupazione.

"Per la Gran Bretagna è molto meglio stare nell'Unione Europea", — ha scritto sulla sua pagina Twitter.

Ha condiviso una previsione simile il famoso "squalo della finanza" americano George Soros, che ha osservato in un articolo sul sito "Project Syndicate" che si è concretizzato lo scenario catastrofico che molti temevano.

Correlati:

Brexit, effetto domino: il Washington Post elenca i Paesi candidati ad uscire dalla UE
Brexit: la colpa è di Angela Merkel
Dopo la Brexit anche la Slovacchia pensa al referendum
Tags:
Finanze, Economia, Crisi finanziaria, Brexit, Unione Europea, UE, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik