08:19 09 Dicembre 2019
Barack Obama (foto d'archivio)

Obama sicuro, solo gli USA devono dettare le condizioni del commercio mondiale

© REUTERS / Kevin Lamarque
Economia
URL abbreviato
29255
Seguici su

La chiusura dell'accordo economico sul Partenariato Trans-Pacifico (TPP) permetterà agli Stati Uniti di determinare le regole del commercio mondiale che dovranno seguire i restanti Paesi, è convinto il presidente USA Barack Obama.

"Costruire muri per isolarsi dall'economia globale ci esclude solo dalle più grandi opportunità. Al contrario l'America deve dettare le regole dell'economia globale. Gli altri Paesi devono agire esclusivamente all'interno delle regole stabilite dall'America e dai suoi partner. Il Partenariato Trans-Pacifico (TPP) è qualcosa che ci permetterà di fare questo," — ha scritto Obama in un articolo sul "Washington Post".

"Il mondo sta cambiando, e con esso cambiano le regole. Gli Stati Uniti, non Paesi come la Cina devono scriverle," — ha aggiunto il presidente.

A febbraio i ministri del Commercio di 12 Paesi hanno firmato l'accordo sul Partenariato Trans-Pacifico (TPP), in base al quale verrà creata una zona di libero scambio nella regione Asia-Pacifico. Il TPP compete con altri accordi economici, che coinvolgono la Cina, tra cui il Partenariato Economico Regionale (RCEP), che prevede la creazione di una zona di libero scambio tra i 10 Paesi dell'Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico (ASEAN) e 6 Paesi che hanno individualmente un accordo con l'ASEAN.

Obama ha criticato il RCEP, affermando che l'accordo non è in grado di limitare la concorrenza sleale ed è favorevole agli Stati assistenzialisti. Inoltre, secondo il presidente americano, non è in grado di proteggere la proprietà intellettuale dei produttori statunitensi, in particolare di artisti, registi e imprenditori, inoltre limita la libertà di internet.

"In poche parole, non appena entrerà in funzione il TPP, i produttori americani saranno in grado di esportare più di quanto producono oggi, ovvero negli Stati Uniti si creeranno maggiori posti di lavoro," — riassume Obama.

I tentativi degli USA di rafforzare l'influenza nella regione del Pacifico non si limitano alla creazione della zona di libero scambio in base al TPP. Negli ultimi anni Washington ha rafforzato in modo significativo la cooperazione militare con Corea del Sud e Giappone, che risultano essere i principali alleati degli USA al di fuori della NATO.

Secondo gli analisti, insieme con l'accordo economico tutto questo è uno sforzo aggressivo degli Stati Uniti per destabilizzare la situazione nella regione Asia-Pacifico e allo stesso tempo isolare e circondare la Cina e la Russia con Stati amici di Washington.

Correlati:

TPP, Putin: quello che preoccupa è mancanza di trasparenza
I pericoli del TPP per la Russia
Economista Robert Scott: TPP giova soltanto alle multinazionali
TPP, il diktat di Wall Street sul Pacifico
No TTIP, meglio non farsi illusioni sulla "NATO Economica"
Ttip, Greenpeace accusa: Pressioni Usa su Ue
Tags:
Politica Internazionale, Geopolitica, Commercio, Economia, Accordo TPP, Asean, Barack Obama, Russia, Cina, Asia, Asia-Pacifico, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik