02:30 22 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
112
Seguici su

La compagnia petrolifera di Algeri ha annunciato che interverrà sulla produzione quotidiana proveniente dai giacimenti di Hassi Messaoud. L'intervento fa parte della strategia di più ampio respiro finalizzata sia a contrastare il momento di difficoltà del settore a livello internazionale, sia a migliorare l'efficienza energetica nazionale.

L'obiettivo della Sonatrach è arrivare a produrre, nella prima fase, 14mila barili di greggio in più al giorno, per poi aggiungere altri 10mila toccando così quota 24mila unità in più su base quotidiana. La decisione di dare un'accelerata all'output energetico nazionale, che rappresenta circa il 95 per cento delle esportazioni totali del paese, sarebbe finalizzata a raggiungere l'obiettivo di produrre 224 milioni di barili  in un anno entro il 2019, ottenendo così una crescita del 13 per cento rispetto a quanto prodotto oggi.

L'implementazione della produzione dell'impianto situato a circa 850 chilometri a Sud Est della Capitale, e molto prossimo al confine con la Libia, rientrerebbe dunque nel quadro d'interventi stabiliti a livello nazionale e finalizzato a dare ulteriore spinta alla produttività energetica del paese, segmento che rappresenta la principale fonte di entrate per l'Algeria.

Secondo quanto riportato di recente sulla stampa internazionale, Algeri avrebbe l'intenzione di aprire il mercato interno agli investitori stranieri mettendo sul mercato le quote di alcuni giacimenti petroliferi del paese. Al contempo la società Sonatrach, controllata dallo Stato, investirà in logistica e infrastrutture una cifra pari a circa 3.2 miliardi di euro entro i prossimi quattro anni. Queste manovre, dunque, sarebbero finalizzate a contrastare il calo costante dei prezzi dell'oro nero, diminuzione che ha messo in crisi le casse statali dipendenti dalle entrate petrolifere. Grande attenzione per gli sviluppi del mercato energetico algerino è stata mostrata, in primis, dall'Unione Europea che date le ostilità con Mosca, ha individuato come obiettivo principale quello di trovare a stretto giro fonti energetiche che siano alternative al gas russo.    

Correlati:

Russia-Algeria, Lavrov: interesse ad azioni coordinate su gas e petrolio
Algeria aumenta produzione di gas
Spagna aumenta import gas da Algeria
Algeria-Russia, il 29 febbraio Lavrov vola da Algeri
Tags:
Crollo prezzo del petrolio, prezzi petrolio, Petrolio, Sonatrach, Algeria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook