01:15 16 Giugno 2019
Mario Draghi

Draghi: Bce non obbedisce alla politica

© AFP 2019 / Daniel Roland
Economia
URL abbreviato
701

Il governatore difende l'indipendenza della Banca Centrale Europea: chi critica ha ricevuto sostanziosi utili dagli acquisti del programma QE.

Il governatore della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, ha annunciato ieri che non ci sarà alcun aumento dei tassi, rimasti invariati, e nessuna modifica del Quantitative Easing. Nel corso della conferenza stampa Draghi ha poi risposto platealmente alle accuse di scarsa indipendenza della Bce.

"La Bce obbedisce alle leggi e non ai politici".

Mario Draghi
© REUTERS / Kai Pfaffenbach
Così Draghi, che ha sottolineato come l'azione della Banca Centrale si svolge nell'ambito di un mandato per l'intera Eurozona e non per un singolo Paese. Gli analisti europei hanno facilmente identificato i destinatari di queste sferzanti affermazioni negli ambienti del ministero delle Finanze tedesco, dove i cosiddetti falchi del rigore guidati da Schaeuble da mesi mostrano scetticismo per le politiche monetarie espansive della Banca Centrale Europea.

Rincarando la dose proprio nei confronti di chi critica la politica di tassi negativi, Draghi ha poi ricordato che "ha ricevuto sostanziosi capital gain dai titoli" che la Bce ha acquistato. Bisogna resistere — ha concluso — alla tentazione di criticare". 

Correlati:

Draghi: Eurozona a rischio con nuovi shock
Draghi: C'è una cospirazione di forze dell'economia
Draghi a Bruxelles: Amplieremo il QE
Draghi, necessario un alleggerimento del debito greco
Tags:
Economia, Quantitative Easing, BCE, Mario Draghi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik