01:11 30 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
212
Seguici su

Wikileaks pubblica la trascrizione di una teleconferenza interna al Fmi da cui emerge la volontà del Fondo di procedere al taglio del debito greco, come condizione per non uscire dal programma di salvataggio.

Il Fondo Monetario Internazionale sarebbe pronto ad uscire dal programma di salvataggio della Grecia se l'Europa, ed in particolare la Germania, non accetteranno una ristrutturazione del debito greco. E' quanto emerge dalla trascrizione di una teleconferenza interna al Fmi, pubblicata dal sito di whistleblowing Wikileaks e ripresa dal quotidiano economico Financial Times.

Parlando con il delegato per il salvataggio greco, è il capo dell'ufficio europeo del Fmi, Poul Thomsen, a sostenere la necessità che Berlino, alle prese con la crisi dei rifugiati, faccia un passo indietro rispetto alle posizioni intransigenti sul taglio del debito di Atene come condizione necessaria per il proseguimento del sostegno del Fmi al salvataggio deciso la scorsa estate.

La rivelazione di Wikileaks arriva a pochi giorni dall'ennesima presa di posizione del ministro tedesco per le Finanze Wolfgang Schaeuble, che aveva ribadito la propria contrarietà alla ristrutturazione del debito della Grecia.

Ieri, nonostante il terremoto scatenato dalle rivelazioni di Wikileaks, con il rischio mai così concreto di un fallimento delle trattative per il terzo bailout, sono intanto ripresi i negoziati tra creditori e governo Tsipras, ancora molto distanti sull'entità delle misure di bilancio che Atene è disposta ad approvare. 

Correlati:

Wikileaks: Gli Usa spiavano Berlusconi
WikiLeaks: da ottobre Turchia avrebbe pianificato abbattimento aereo militare russo
WikiLeaks pubblica rapporto militare segreto della UE sulla lotta contro i profughi
Tags:
Aiuti alla Grecia, Wikileaks, FMI
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook