19:18 17 Gennaio 2018
Roma+ 14°C
Mosca-7°C
    Eni

    Eni accende il suo primo giacimento nell'Artico

    © AP Photo/ Luca Bruno
    Economia
    URL abbreviato
    632

    Avviata l'estrazione di olio di Goliat, maxi giacimento nel mare di Barents, al largo delle coste norvegesi. Greenpeace: inutile monumento.

    L'Eni ha comunicato l'avvio delle operazioni di estrazione di petrolio dal maxi giacimento Goliat, in Norvegia. Situato al largo del mare di Barents, la struttura, costata 6 miliardi di dollari, consentirà al gruppo italiano l'estrazione complessiva di 180 milioni di barili di olio e 8 miliardi di metri cubi di gas nei prossimi 15 anni.

    Il progetto, realizzato in una delle località più a nord dell'intero pianeta, ha richiesto per la sua realizzazione due anni in più di quanto inizialmente previsto, suscitando i dubbi degli analisti della materia alla luce del crollo del prezzo del greggio di questi ultimi mesi.

    Secondo l'associazione ambientalista Greenpeace il Goliat, una sofisticata struttura da 64mila tonnellate, è "un inutile monumento economicamente insostenibile". 

    Correlati:

    Eni, Egitto nuovo hub energetico nel Mediterraneo
    Libia, attentato all'Eni rivendicato dall'Isis
    Gentiloni: Eni tornerà a investire in Iran
    Tags:
    estrazione petrolio, giacimento, ENI, Mare di Barents, Artico, Norvegia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik