03:00 25 Febbraio 2018
Roma+ 7°C
Mosca-16°C
    Dollari USA

    Ex socio di Soros prevede recessione economia USA e “bolla” del dollaro

    © Sputnik. Mihail Kutuzov
    Economia
    URL abbreviato
    12299

    Nel corso dell'anno l'economia statunitense entrerà inevitabilmente in recessione, afferma convinto l'investitore Jim Rogers. A suo parere rischia molto il dollaro.

    Nei prossimi 12 mesi l'economia americana entrerà in una fase di recessione, secondo il famoso investitore americano e miliardario Jim Rogers, ex socio di George Soros. Ha espresso questo parere in un'intervista con "Bloomberg".

    "Dal momento dell'ultima recessione negli Stati Uniti sono passati quasi 8 anni. Storicamente un ciclo di recessione si ripete ogni 4-7 anni," — ha osservato Rogers. Secondo lui, la recessione economica può essere provocata da diversi fattori.

    "Guardate il debito, pesa — ha detto l'investitore. — Il Giappone è in recessione, la Cina rallenta, mezza Europa è in recessione".

    Secondo Rogers, nel caso di una nuova ondata di crisi economica globale, il dollaro potrebbe essere il bene rifugio degli investitori, tuttavia questo comporterebbe alcuni rischi.

    "Se i mercati di tutto il mondo crolleranno, tutti cercheranno di investire nel dollaro, creando una bolla," — ha detto Rogers.

    Correlati:

    Allarme da ex capo economista del FMI: se USA non riducono debito, sarà una catastrofe
    Il debito pubblico USA supera i 19 trilioni di dollari
    FMI: il super-dollaro può causare default Paesi emergenti
    Instabilità economia Cina strategica per sostituire dollaro con yuan in finanza mondiale
    “Con il proprio oro Russia e Cina distruggeranno il dollaro”
    Una moneta sovranazionale indipendente è un mezzo per uscire dai dettami del dollaro
    Tags:
    Borsa&Mercati, Finanze, Economia, Crisi, Economia, dollaro, Unione Europea, Jim Rogers, George Soros, Giappone, UE, USA, Cina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik