16:55 19 Luglio 2018
Estrazione petrolio

L'Iran segue Mosca e Riyadh: congelata produzione di petrolio dopo colloqui a Teheran

© flickr.com/ Dana Schagunn
Economia
URL abbreviato
8181

L'Iran ha accettato di congelare la produzione di olio, ha riferito all'agenzia Sputnik una fonte vicina ai negoziati tra i ministri del Petrolio di Venezuela, Iran, Iraq e Qatar che si sono svolti a Teheran.

La Russia, l'Arabia Saudita, il Qatar e il Venezuela avevano concordato ieri di mantenere la produzione di petrolio al livello di gennaio, se gli altri produttori avessero fatto la stessa cosa. In seguito il ministro del Petrolio del Venezuela aveva riferito che Paesi produttori come Ecuador, Algeria, Nigeria ed Oman avevano accettato la proposta. In seguito si è aggiunto anche il Kuwait.

"L'Iran ha concordato la proposta. I ministri hanno illustrato la soluzione dell'incontro di Doha. L'Iran l'ha giudicata con favore," — ha detto la fonte.

Originariamente era pianificato un incontro trilaterale tra il ministro del Petrolio iraniano Bijan Zanganeh ed i suoi colleghi di Iraq e Venezuela, ma successivamente il ministro del Petrolio e dell'Industria del Qatar Mohammed al-Sada ha voluto prendere parte alla riunione.

Correlati:

Bloomberg rivela i dettagli di un patto segreto tra i produttori di petrolio
Cosa può far volare il prezzo del petrolio sopra i 250 dollari?
Prezzo del petrolio e rischi geopolitici
Tags:
Politica Internazionale, Energia, Crollo prezzo del petrolio, Petrolio, OPEC, Qatar, Arabia Saudita, Venezuela, Russia, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik