17:51 19 Ottobre 2018
Venezuela’s President Nicolas Maduro

Venezuela, prima gli affari, dopo il popolo

© AP Photo / Ariana Cubillos
Economia
URL abbreviato
617

Maduro perde la prima battaglia in parlamento.

L'Assemblea Nazionale del Venezuela ha respinto l'approvazione della legge di emergenza economica.

Tra i motivi del rigetto della richiesta di Maduro, in un nota dell'opposizione, "il presunto spreco di risorse e l'eccessiva spesa sociale per soddisfare i bisogni del popolo".

Secondo Diosdado Cabello, parlamentare del partito socialista unito "da oggi in Venezuela gli interessi economici delle multinazionali sono prioritari alle esigenze del popolo venezuelano".

Presidente Venezuela
© AP Photo / Andrew Medichini
La scorsa settimana il governo del Venezuela aveva dichiarato lo stato di emergenza economica per 60 giorni con lo scopo di "proteggere i diritti sociali dell'istruzione, della sanità, degli alloggi e dello sport di tutti i venezuelani". Il decreto, proposto da Nicolas Maduro, necessitava dell'approvazione parlamentare per entrare in vigore nel Paese.

Lo stato d'emergenza, secondo il presidente venezuelano, si sarebbe reso necessario a causa degli "attacchi esterni di guerra non convenzionale" che avrebbero come obiettivo l'indebolimento dell'economia del Paese e l'instabilità politica in Venezuela. Ora i presunti gli attacchi sembrano provenire direttamente dall'interno dell'ex Paese bolivariano.

Correlati:

Venezuela: ucciso giornalista per colpire Maduro
In Venezuela s’insedia la nuova maggioranza parlamentare
Tags:
Economia, Stato di emergenza, Diosdado Cabello, Nicolas Maduro, Venezuela
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik