17:57 03 Agosto 2020
Economia

In attesa del petrolio dell'Iran: Teheran non ha più le sanzioni dell'Occidente

Economia
URL abbreviato
1190
Seguici su

La cancellazione delle sanzioni occidentali permetterà all'Iran di raddoppiare le esportazioni di petrolio. Questo scenario potrebbe esercitare ulteriore pressione sui prezzi del petrolio, già in caduta e al di sotto della soglia psicologica dei 30 dollari al barile.

La UE e gli USA hanno cancellato le sanzioni economiche e finanziarie contro l'Iran: questa notizia era attesa dal mercato petrolifero dallo scorso luglio; ora Teheran ha l'opportunità di riconquistare la sua posizione di leader nella produzione di petrolio all'interno dell'OPEC e raddoppiare le sue esportazioni fino a 2 milioni di barili al giorno.

Questo scenario potrebbe esercitare ulteriore pressione sui prezzi del petrolio, che dall'inizio dell'anno sono scesi sotto la soglia dei 30 dollari al barile. Venerdì il prezzo del Brent è sceso sotto i 29 dollari al barile.

Sabato l'Iran si è liberato della maggior parte delle sanzioni: nel "giorno dell'implementazione" l'AIEA ha presentato una relazione che conferma la disponibilità delle autorità iraniane nella realizzazione del programma che limita in modo significativo le possibilità nucleari di Teheran. In seguito hanno confermato la cancellazione delle sanzioni economiche e finanziarie contro l'Iran il capo della diplomazia dell'Unione Europea Federica Mogherini e il segretario di Stato USA John Kerry.

Correlati:

Petrolio e revoca sanzioni all'Iran fanno crollare indice della Borsa saudita
Implementazione dell'accordo sul nucleare rimuove maggioranza delle sanzioni vs Iran
Tags:
Borsa&Mercati, Nucleare, Occidente, Crollo prezzo del petrolio, Petrolio, Intesa nucleare con Iran, AIEA, OPEC, Federica Mogherini, John Kerry, UE, USA, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook