03:35 01 Novembre 2020
Economia
URL abbreviato
3547
Seguici su

Le cause sono la diminuzione dei prezzi a livello internazionale e il calo della produzione.

I prezzi del petrolio messicano sono crollati sui mercati internazionali, attestandosi a 22,07 dollari al barile. Lo riporta il Financiero. La compagnia nazionale Pemex, di conseguenza, sta perdendo 93 centesimi su ogni barile, in quanto produrlo costa 23 dollari.

Lo scorso dicembre le autorità messicane avevano annunciato che le entrate legate all'oro nero erano scese del 38% negli ultimi dieci mesi, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il consistente calo dei guadagni è legato principalmente al crollo dei prezzi internazionali; inoltre, a una diminuzione dell'8% della produzione petrolifera nazionale e alla diminuzione del 34% dei prezzi del gas.

Le recenti turbolenze nel mercato azionario cinese hanno causato un contraccolpo in tutto il mondo. La sospensione degli scambi del paese asiatico della settimana scorsa è stata seguita dalla perdita dell'1% di Wall Street e del 2% sui mercati europei.    

Correlati:

Iraq si aspetta nuovo calo dei prezzi del petrolio
Il crollo del petrolio rischia di mandare nel caos l'Arabia Saudita
“Il prezzo del petrolio tornerà sopra i 100 dollari nei prossimi anni”
Tonfo record del Dow Jones dal 1897, petrolio e Cina: cresce panico tra investitori
Tags:
prezzi petrolio, calo, Messico
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook