00:51 21 Maggio 2019
Bandiera della Turchia

Turchia pronta a denunciare la Russia al WTO per le sanzioni

CC BY-SA 2.0 / KLMircea / Bosphorus Bridge and Turkish Flag
Economia
URL abbreviato
32739

La Turchia ha iniziato a raccogliere le prove delle perdite subite dalle sue imprese a seguito delle sanzioni imposte dalla Russia, ha dichiarato il ministro dell'Economia del Paese, aggiungendo che la controversia contro Mosca sarà risolta nei tribunali internazionali.

Ankara si prepara a presentare un esposto con all'Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) per le misure economiche restrittive imposte dalla Russia. Lo ha dichiarato al quotidiano "Daily Sabah" il ministro dell'Economia della Turchia Mustafa Elitaş.

Secondo quanto riferito dal ministro, attualmente si sta raccogliendo il materiale probatorio.

"Difenderemo e ripristineremo i diritti di tutte le vittime nei tribunali internazionali… Il commercio deve avere una base morale", — ha sottolineato il politico.

Dopo l'introduzione delle sanzioni da parte della Russia, il business turco ha subito perdite considerevoli nel settore alimentare e nel turismo, settori chiave dell'economia turca. Ankara prevede di riorientare le sue esportazioni verso il Kenya, la Nigeria ed altri Paesi africani, scrive il giornale.

"Il popolo turco patisce danni per le azioni delle autorità turche, che hanno barattato gli interessi dei propri cittadini con affari criminali insieme ai terroristi," — ha dichiarato la presidente della commissione Sicurezza e Lotta alla Corruzione della Duma Irina Yarovaya commentando i piani di Ankara.

In precedenza il vice ministro dello Sviluppo Economico della Russia Alexey Likhachev aveva previsto che il volume d'affari tra Mosca e Ankara non avrebbe superato i 18-19 miliardi di dollari nel 2016, valore più basso degli ultimi anni.

Le relazioni tra la Russia e la Turchia sono entrate in crisi dopo il 24 novembre, a seguito dell'abbattimento in Siria di un bombardiere russo Su-24 per opera di un caccia turco caccia F-16. Vladimir Putin ha definito il fatto "una pugnalata alle spalle" dei complici dei terroristi.

Le misure economiche speciali di Mosca contro la Turchia sono entrate in vigore a partire dal 1° gennaio. Da Capodanno è stata vietata l'importazione in Russia di diversi prodotti agroalimentari turchi, sono stati annullati i voli charter, è stato sospeso il regime senza visti e alla maggior parte dei datori di lavoro russi è stata vietata l'assunzione di lavoratori turchi. Putin ha inoltre disposto di vietare o limitare le attività delle società turche operanti in Russia.

Tags:
Business, Sanzioni, Politica Internazionale, Economia, Commercio, Giustizia, Abbattimento jet russo, jet abbattuto in Siria, WTO, Irina Yarovaya, Alexey Likhachev, Vladimir Putin, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik