09:46 23 Settembre 2020
Economia
URL abbreviato
2103
Seguici su

Sullo sfondo delle tensioni politiche tra i due Paesi del Golfo, i prezzi del petrolio hanno cominciato a risalire, scrive il “Wall Street Journal”.

I prezzi mondiali del petrolio mostrano una crescita sullo sfondo del conflitto tra Riyadh e Teheran, scrive il "Wall Street Journal".

"All'apertura di oggi delle borse i prezzi del petrolio sono risaliti del 3% a seguito dell'escalation delle tensioni politiche tra l'Arabia Saudita e l'Iran sorte nel fine settimana, così come per le preoccupazioni su possibili problemi alle forniture di greggio," — scrive il giornale.

L'annuncio delle autorità saudite dell'esecuzione di 47 condanne a morte, compresa quella del popolare predicatore sciita Nimr al-Nimr, paladino dei diritti della minoranza religiosa nel Regno culla dell'Islam sunnita, ha fatto scoppiare la rabbia degli sciiti iraniani che hanno preso d'assalto l'Ambasciata saudita a Teheran. Il ministro degli Esteri dell'Arabia Saudita Adel al-Jubeir ha annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche con l'Iran.

Secondo Teheran, l'Arabia Saudita non riuscirà ad insabbiare il suo "grave errore, l'esecuzione di al-Nimr," con la rottura delle relazioni diplomatiche con l'Iran.

Correlati:

Teheran risponde alla rottura delle relazioni diplomatiche dell'Arabia Saudita
Arabia Saudita, giustiziati 47 terroristi
Il segretario generale dell'ONU turbato dall'esecuzione di 47 persone in Arabia Saudita
Tags:
Islam, Geopolitica, Politica Internazionale, Borsa&Mercati, Economia, Petrolio, Sciiti, Sunniti, Nimr al-Nimr, Arabia Saudita, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook