17:40 21 Luglio 2018
Il portavoce del Presidente russo Dmitry Peskov

Debito dell’Ucraina, Cremlino: non abbiamo altre proposte per Kiev

© Sputnik . Ramil Sitdikov
Economia
URL abbreviato
2240

Per quanto riguarda la ristrutturazione del debito dell’Ucraina (3 miliardi di dollari), la Russia non ha altre proposte da fare a Kiev, oltre a quelle fatte in precedenza, ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"La Russia ha suggerito una variante di ristrutturazione, la proposta è stata fatta da Putin ad Antalya. L'iniziativa, purtroppo, non è stata condivisa dai nostri partner. Altre proposte non ne abbiamo." — ha detto Peskov ai giornalisti.

Secondo il portavoce del presidente russo, "conseguentemente, come previsto da tutte le norme delle relazioni finanziarie e internazionali — considerato che si tratta di un debito sovrano — ne deriva il default (dell'Ucraina)".

In precedenza la Russia si era dichiarata disposta a ristrutturare il debito dell'Ucraina, che ammonta a $3 miliardi, dicendendo Kiev poteva dilagare il pagamento, versando 1 miliardo di dollari all'anno nel periodo tra il 2016 e il 2018, alla condizione che il debito venisse garantito dagli USA o dall'UE, oppure dalle istituzioni finanziarie internazionali. In questo caso, nell'anno che sta per finire, l'Ucraina pagherebbe soltanto gli interessi sul prestito.    

Correlati:

Yatsenyuk insiste, la Russia deve accettare ristrutturazione del debito dell'Ucraina
Russia-Ucraina, nessun accordo su ristrutturazione del debito
Russia aspetta risposta ufficiale da Kiev su offerta ristrutturazione debito di Putin
Tags:
Debito dell'Ucraina, Dmitry Peskov, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik