16:15 21 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 15°C
    Sharm el-Sheikh

    Senza russi il settore turistico dell'Egitto rischia di collassare

    © AP Photo/ Hussein Talal
    Economia
    URL abbreviato
    0 454 0 0

    Il divieto alle compagnie russe di volare in Egitto a seguito dell'inchiesta sul disastro aereo dell'Airbus A321 precipitato sul Sinai potrebbe dare il colpo di grazia all'industria del turismo egiziana, che barcolla sin dalla deposizione di Hosni Mubarak avvenuta nel 2011, scrive la popolare rivista americana “The Atlantic”.

    La sospensione da parte della Russia dei collegamenti aerei con l'Egitto, a seguito dell'inchiesta sulle cause dello schianto dell'Airbus A321 nel Sinai della compagnia aerea russa "Kogalymavia", può causare gravi danni al settore turistico egiziano, scrive la rivista americana "The Atlantic".

    Prima della sciagura, si legge nell'articolo, tra Mosca e Il Cairo si stavano sviluppando forti legami di partnership fino alla creazione di una zona di libero scambio, così come si trattava la costruzione di centrali nucleari in Egitto.

    "I rapporti tra Vladimir Putin e Abdel Fattah al-Sisi ricordano l'amicizia negli anni '60 tra Nikita Chrusciov e Nasser, che insieme "conquistarono" il Nilo. Putin è stato il primo leader di un Paese importante in cui si è recato in visita ufficiale il capo di Stato egiziano," — osserva "The Atlantic".

    Nel 2014 l'Egitto è stato visitato da circa 3 milioni di russi, numero che rappresenta un terzo di tutti i turisti stranieri che sono arrivati nel Paese delle piramidi. La rivista fa riferimento ai dati di "Rosstat" (Istituto di Statistica della Federazione Russa), da cui emerge che quasi il 20% dei russi che hanno viaggiato all'estero nella prima metà del 2015 ha scelto l'Egitto come meta delle proprie vacanze.

    "Si tratta di cifre enormi per l'Egitto, il cui settore turistico non si è ripreso completamente dopo gli eventi del 2011, quando durante la "primavera araba" è stato rovesciato il presidente Hosni Mubarak. I dati possono crollare ancora dopo l'incidente dell'Airbus russo, che ha indotto alcuni Paesi a limitare i collegamenti aerei con l'Egitto," — conclude la rivista.

    Tags:
    Economia, Turismo, Cooperazione, Schianto dell’Airbus-321, volo 9268, Vladimir Putin, Abdel Fattah al-Sisi, Egitto
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik