18:15 02 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
4131
Seguici su

Nessuno investirà in un paese con rating da default, con il sistema bancario sull'orlo del collasso e con l'inflazione superiore al 50%, ritiene l'ex primo ministro dell'Ucraina Mykola Azarov.

Con le attuali autorità di Kiev, l'Ucraina non sarà attraente per gli investitori, ritiene l'ex primo ministro ucraino Mykola Azarov.

"Ci sono diverse condizioni per assicurarsi che le imprese straniere decidano di realizzare un investimento di lungo termine. Per loro un criterio molto semplice è fondamentale e decisivo: "Come investono le imprese nazionali nella loro economia interna?" Se vedono che le imprese nazionali non investono risorse proprie per lo sviluppo, è un segnale d'allarme. Significa che il clima è sfavorevole nel Paese", — Azarov ha scritto nella sua pagina Facebook.

Secondo il politico, nessuno avrebbe il coraggio di investire "in un Paese in bancarotta con rating di default, con il sistema bancario sull'orlo del collasso e con l'inflazione oltre il 50%."

L'Ucraina ha problemi con l'andamento del mercato, il potere d'acquisto della popolazione, il prodotto interno lordo, così come con il deficit di bilancio, la possibilità di rimpatriare i capitali, la tutela del diritto di proprietà, il livello di corruzione, l'affidabilità del sistema giuridico e la stabilità della situazione socio-economica, ritiene l'ex primo ministro.

"Il regime di Kiev con il suo presidente, governo e Parlamento da circo è un biglietto da visita negativo per qualsiasi investitore straniero", — ha concluso Azarov.

Tags:
politica interna, Finanze, Economia, corruzione, Default, Conseguenze default, Debito dell'Ucraina, investimenti, governo, Arseniy Yatsenyuk, Mykola Azarov
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook