10:25 25 Novembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca-6°C
    Manifestazione europeista in Ucraina (foto d'archivio)

    “Proteste vs TTIP in Germania sagge, ucraini non capiscono effetti liberismo UE”

    © Sputnik. Pyotr Zadorozhnyi
    Economia
    URL abbreviato
    71184190

    I tedeschi stanno facendo la cosa giusta protestando contro l'accordo di libero scambio con gli Stati Uniti; a suo tempo gli ucraini hanno agito in modo diverso ed hanno perso pesantemente, ritiene il politologo ucraino Vladimir Kornilov.

    Gli ucraini dovrebbero protestare contro l'accordo di libero scambio con la UE, dal momento che l'economia di Kiev è molto più debole dell'economia dell'Unione Europea, ritiene l'analista politico ucraino Vladimir Kornilov.

    "A Berlino centinaia di migliaia di persone hanno protestato contro la zona di libero scambio con gli Stati Uniti. Perché i tedeschi sanno fare i conti e capiscono che l'apertura del loro mercato ad un Paese con un'economia più forte è una scelta perdente. Se gli ucraini fossero capaci di fare i conti, lo stesso numero di persone sarebbe sceso in piazza per protestare contro l'accordo di libero scambio con la UE. Ma a Maidan non si facevano i conti, si pensava a saltare, ora pagano il conto,"- scrive l'analista sulla sua pagina "Facebook".

    A Berlino sabato 10 ottobre più di 150mila persone hanno preso parte alle manifestazioni contro l'accordo sulla zona libero scambio transatlantica (accordo di partenariato transatlantico nel settore del commercio e degli investimenti, TTIP). In precedenza gli organizzatori avevano segnalato la presenza di 250mila dimostranti.

    Dal luglio 2013 a porte chiuse la UE negozia il TTIP con gli Stati Uniti. Entro quest'anno verrà messo a punto il testo del documento e in 1 anno e mezzo dovrà essere ratificato dal Parlamento europeo e dei Parlamenti nazionali dei Paesi firmatari. L'obbiettivo è creare la più grande zona di libero scambio al mondo con un mercato di circa 820 milioni consumatori. Oltre agli Stati Uniti e all'Unione Europea, il progetto includerà Canada, Messico, Svizzera, Liechtenstein, Norvegia e Islanda e i Paesi candidati all'adesione alla UE.

    Tags:
    Maidan, Politica Internazionale, Commercio, Economia, TTIP, Partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti (TTIP), Manifestazione, Unione Europea, USA, UE, Germania
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik