21:05 23 Novembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca-4°C
    Popolarità della Russia nel Balcani

    Russia-Serbia, relazioni commerciali non influenzate dalle sanzioni

    © AP Photo/
    Economia
    URL abbreviato
    0 934201

    Secondo il ministro delle Finanze serbo, più che le restrizioni occidentali in sé, sono le accresciute difficoltà dei processi di pagamento a incidere sui rapporti commerciali fra le due nazioni.

    Le relazioni commerciali bilaterali fra la Serbia e la Russia non hanno subito l'influenza delle sanzioni occidentali imposte ai danni di Mosca, ma i processi di pagamento sono diventati più difficoltosi. Lo ha affermato il ministro delle Finanze serbo, Dusan Vujovic, intervistato da Sputnik a Lima, in Perù, a margine del summit annuale del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale.

    Le sanzioni in sé — ha detto Vujovic — non incidono sui rapporti commerciali fra Mosca e Belgrado, "quello che le influenza è la difficoltà nell'effettuare pagamenti sotto il regime delle sanzioni".La Serbia comunque — ha sottolineato il ministro — mantiene "rapporti ugualmente buoni" sia con la Russia che con l'occidente. "È nel nostro interesse economico e nazionale mantenere positive relazioni economiche e commerciali con la Russia e spero che saremo in grado di conservare questa posizione", ha osservato Vujovic.

    Nel 2014, l'Unione europea, gli Stati Uniti e i loro alleati hanno imposto una serie di sanzioni ai danni della Russia per la presunta ingerenza di Mosca nel conflitto ucraino. La Russia, dal canto suo, ha sempre respinto tali accuse, sottolineando come l'imposizione di restrizioni economiche sia una scelta controproducente. La Serbia, che è candidata alla membership Ue, si è rifiutata di avallare le sanzioni contro Mosca.    

    Correlati:

    La Serbia è interessata alle forniture di gas russo
    Serbia, in calo il favore del Paese all'integrazione europea
    La Serbia dice no alle sanzioni UE contro la Russia
    Tags:
    finanze, Sanzioni, commercio, Dusan Vujovic, Serbia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik