15:17 24 Settembre 2018
Volkswagen

Dieselgate VW, primi richiami a gennaio

© REUTERS / Mal Langsdon
Economia
URL abbreviato
102

Il gruppo automobilistico di Wolfsburg presenta il piano per regolarizzare gli 8 milioni di veicoli circolanti in Europa.

Nella maggior parte dei casi sarà sufficiente riprogrammare il software, la sostituzione del veicolo avverrà solo in casi particolari. Parola di Matthias Mueller, nuovo amministratore delegato Volkswagen, che ieri ha presentato ufficialmente il piano richiami per le oltre 8 milioni di macchine del gruppo, con a bordo il software per aggirare i test sulle emissioni, circolanti nell'Unione Europea. La campagna per i ritiri e la messa in regola delle auto partirà a gennaio e durerà presumibilmente tutto l'anno.

Ieri l'azienda di Wolfsburg ha consegnato alle autorità tedesche il programma ed in attesa di avere risposte in tempi rapidi, ha reso note alcune informazioni di carattere generale sui modelli incriminati, fornendo finalmente le prime linee guida alle reti di vendita sparse nel mondo.

E' il caso italiano che, dopo settimane di silenzio da parte dell'azienda, ha potuto fare conoscere alla propria clientela le modalità per riconoscere i modelli da ritirare. Per capire se la propria macchina dovrà essere ritirata i possessori di auto VW potranno effettuare una verifica inserendo il numero di telaio della vettura in appositi form creati sui siti web del gruppo. 

Correlati:

Samsung, un nuovo caso Volkswagen?
Volkswagen pronta a licenziamenti e chiusure
Volkswagen, ora pesa l'incubo di una class action mondiale
Tags:
Auto, Automobilismo, Scandalo Dieselgate VW, Scandalo, Volkswagen, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik