06:22 25 Novembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca-5°C
    Barack Obama

    Obama alza la voce: “USA scrivono regole commercio mondiale, non altri Paesi”

    © REUTERS/ Jonathan Ernst
    Economia
    URL abbreviato
    224699992

    Il presidente americano Barack Obama ha confermato la conclusione del trattato sul Partenariato commerciale Trans-Pacifico di 12 Paesi ed ha dichiarato in proposito che le regole del commercio mondiale verranno scritte dall'America, non da qualunque altro Stato, Cina compresa.

    Nell'ambito del Partenariato Trans-Pacifico verrà creata una zona di libero scambio nella regione Asiatico-Pacifica. I Paesi del Pacifico rappresentano il 40% dell'economia mondiale e 1/3 del commercio mondiale. I firmatari dell'accordo sono Stati Uniti, Canada, Messico nell'America settentrionale, Perù e Cile in America Latina, Malesia, Brunei, Singapore, Vietnam e Giappone in Asia, così come Australia e Nuova Zelanda.

    "Quando oltre il 95% dei nostri potenziali clienti vive al di fuori dei nostri confini, non possiamo permettere a Paesi come la Cina di dettare le regole dell'economia globale. Dovremmo scrivere le regole, aprire nuovi mercati ai prodotti americani e determinare standard elevati per la tutela dei lavoratori e dell'ambiente. L'accordo raggiunto oggi ad Atlanta fornirà tutto questo," — ha detto Obama.

    Il presidente degli Stati Uniti ha anche assicurato che l'accordo difenderà l'occupazione negli Stati Uniti e l'ambiente "più di ogni altro accordo nella storia."

    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Economia, Commercio, Diplomazia Internazionale, Partenariato Trans-Pacifico - TPP, Barack Obama, Asia-Pacifico, USA, Cina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik