10:10 25 Novembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca-6°C
    Povertà

    Nel 2015 estrema povertà in calo nel pianeta secondo la Banca Mondiale

    © Sputnik. Valeriy Melnikov
    Economia
    URL abbreviato
    0 16714

    Nel 2015 per la prima volta risulterà vivere al di sotto della soglia di estrema povertà il 10% della popolazione mondiale. Viene indicato in un rapporto della Banca Mondiale pubblicato domenica 4 ottobre.

     Secondo le stime della Banca Mondiale, nel 2015 si troveranno a vivere in estrema povertà circa 702 milioni di persone (9,6% della popolazione mondiale). Nel 2012 il loro numero era pari a 902 milioni di persone (13% della popolazione mondiale). Nel 1999 questa cifra corrispondeva al 29% della popolazione mondiale.

    Il presidente della Banca Mondiale Jim Yong Kim ha dichiarato che questa stima suggerisce che "siamo la prima generazione nella storia dell'umanità che può mettere la parola fine all'estrema di povertà".

    Venivano considerate vivere al di sotto della soglia di povertà le persone che avevano un reddito di 1,25 dollari al giorno. Ora questa cifra è aumentata ad 1,9 dollari per l'inflazione.

    Il livello di povertà nel mondo è in costante diminuzione, — si afferma nel rapporto. La Cina e l'India negli ultimi anni hanno fatto passi da gigante nella riduzione della povertà.

    Secondo il presidente della Banca Mondiale, la diminuzione del livello della povertà estrema è frutto della forte crescita economica delle economie emergenti e degli investimenti nella sanità e nell'istruzione. Ha contribuito ad ottenere questi risultati anche il funzionamento dei sistemi di sicurezza sociale.

    Tags:
    Finanze, Economia, Società, Banca Mondiale, India, Cina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik