16:30 25 Aprile 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 14°C
    Dollari USA

    Mosca non fa sconti a Kiev: o estingue debito o appello a FMI e tribunale internazionale

    © Sputnik . Mihail Kutuzov
    Economia
    URL abbreviato
    0 261

    La Russia si rivolgerà alle autorità giudiziarie internazionali e al Fondo Monetario Internazionale nel caso in cui l'Ucraina non estingua completamente nei tempi stabiliti il debito, ha affermato il ministro delle Finanze russo Anton Siluanov.

    "Ci rivolgeremo alle autorità giudiziarie competenti. Inoltre, dal momento che facciamo parte del Fondo Monetario Internazionale, solleveremo la questione sulla fattibilità del programma approvato da parte del FMI nei riguardi dell'Ucraina", — ha detto Siluanov.

    Secondo il ministro, nel caso di mancato rispetto degli obblighi derivanti dal debito verso Stati sovrani, il programma del FMI perde validità.

    Siluanov ha inoltre aggiunto che la Russia non avvierà negoziati sulla ristrutturazione del debito dell'Ucraina.

    Domenica scorsa il presidente dell'Ucraina Petr Poroshenko aveva dato un ultimatum alla Russia, secondo cui entro la fine dell'anno avrebbe dovuto decidere se partecipare o meno alla ristrutturazione del debito dello Stato ucraino.

    Inoltre a margine di un incontro con Poroshenko, la direttrice del FMI Christine Lagarde ha detto che lo status del debito ucraino nei confronti della Russia verrà determinato dal consiglio amministrativo del Fondo Monetario Internazionale.

    Tags:
    Petro Poroshenko, Politica, Finanze, Economia, Giustizia, Debito dell'Ucraina, Default, ministero per Economia e Finanze, FMI, Christine Lagarde, Anton Siluanov, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik