09:58 28 Novembre 2020
Economia
URL abbreviato
0 30
Seguici su

Il calo del prezzo del petrolio induce il Paese nord africano a stimolare la produzione di gas. La Gran Bretagna mira a coprire il 5% del proprio fabbisogno energetico sviluppando il giacimento di gas Culzean, situato nel Mare del Nord.

Secondo al Jazeera, il governo algerino mira ad aumentare la produzione di gas del 13% entro il 2019.

L'obiettivo è anche quello di combattere tramite un aumento della produzione il calo delle entrate dei proventi della vendita dei carburanti registrato nell'ultimo anno dalle casse dello stato, causato in buona parte dal crollo del prezzo del petrolio e del gas sul mercato internazionale.

Nella rivista ufficiale del ministero algerino 'Algeria Energia', si legge che "la stima degli introiti derivati dall'aumento di produzione del gas è di 40 miliardi di dollari".

Intanto, il più grande giacimento di gas scoperto nel Mare del Nord nell'ultimo decennio, quello di Culzean, si prepara a entrare nella fase di sviluppo. Le autorità britanniche per l'energia, riferiscono i quotidiani The Guardian e The Telegraph, hanno approvato un investimento di tre miliardi di sterline nella produzione, da parte della compagnia danese Maersk. Il sito potrebbe soddisfare il 5% del fabbisogno energetico britannico e portare alla creazione di oltre 400 posti di lavoro con un indotto di circa seimila.

Correlati:

Spagna aumenta import gas da Algeria
7 miliardi di dollari dall'Egitto per il maxi giacimento di gas
Shale gas in Algeria minaccia l’inquinamento dell’acqua nel Sahara
Il piu grande giacimento di gas nel Mediterraneo cambia lo scenario energetico globale?
Tags:
gas, Algeria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook