15:46 23 Agosto 2017
Roma+ 27°C
Mosca+ 24°C
    Dollari USA

    Agenzie di rating sicure, accordo di Kiev su ristrutturazione debito equivale a default

    © Sputnik. Mihail Kutuzov
    Economia
    URL abbreviato
    0 580152

    L'accordo con i creditori privati di Kiev è stato raggiunto dopo 5 mesi di negoziati "dolorosi", ma dopo questa intesa un'agenzia ha abbassato il rating del Paese, mentre un'altra ha espresso previsioni negative sul futuro dell'Ucraina.

    L'accordo di Kiev con i creditori privati per una cancellazione del 20% del debito equivale ad un default del Paese secondo le agenzie di rating come "Fitch" e "Standard&Poor's", scrive "France-Presse".

    Secondo "France-Presse", "Fitch" ha deciso di abbassare il rating sovrano del Paese in valuta estera da "CC" a "C" a seguito delle perdite significative che patiranno gli obbligazionisti sullo sfondo dell'accordo con i creditori.

    "France-Presse" osserva che l'accordo siglato da Kiev con la società "Franklin Templeton" ed altre 3 società finanziarie americane al momento eviterà il default in Ucraina e permetterà al Paese di conservare l'accesso ai mercati internazionali del credito, ma il downgrade di "Fitch" è destinato ad aumentare il costo che graverà su Kiev nel caso ottenga ulteriori prestiti.

    "Standard&Poor's" a sua volta ha dichiarato che qualsiasi nuovo accordo sulla ristrutturazione del debito ucraino in valuta estera verrà considerata come default, che di fatto è quasi inevitabile.

    "Standard&Poor's" definisce come uno dei motivi del fallimento di Kiev "il difficile contesto macroeconomico" in cui versa il Paese.

    I negoziati "dolorosi" tra l'Ucraina e i suoi creditori sono durati 5 mesi, ricorda "France-Presse".

    Si rileva inoltre che il Fondo Monetario Internazionale (FMI) e Washington durante tutto questo arco di tempo abbiano cercato di fare pressione sui creditori costringendoli a subire delle "perdite nel breve termine" per non ripristinare la dipendenza di Kiev da Mosca.

    Molti analisti concordano sul fatto che l'accordo con i creditori in realtà non sia di grande aiuto per l'Ucraina, anche se apparentemente sembrerebbe vantaggioso per entrambe le parti.

    Tags:
    Finanze, Economia, Agenzie di rating, Debito dell'Ucraina, Default, FMI, Comitato creditori Ucraina, Standard & Poor's, Fitch
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik