22:40 25 Giugno 2019
Turkish Stream

Paesi dei Balcani possono discutere l'estensione del gasdotto "Turkish Stream"

© AP Photo / Selcan Hacaoglu
Economia
URL abbreviato
0 21

Secondo i media, sul gasdotto denominato “Tesla” che collega la Turchia con l'Austria circolerà il gas non solo di “Turkish Stream”, ma anche quello proveniente dal gasdotto “Tanap”.

I ministri degli Esteri di Ungheria, Serbia, Macedonia e Grecia potrebbero firmare in autunno un memorandum per la costruzione di un gasdotto dalla Turchia all'Austria,riporta il giornale russo "Vedomosti".

L'incontro è previsto a settembre e si attende una decisione sulla preparazione dello studio di fattibilità, ha confermato al giornale il rappresentante della società del gas ungherese FGSZ, che sarà il gestore dell'infrastruttura nel territorio nazionale.

Il gasdotto è stato denominato "Tesla", la prima riunione del gruppo di lavoro per il progetto si è svolta il 25 giugno scorso, ha riferito il portavoce del ministero degli Esteri dell'Ungheria.

Il progetto è stato trasferito alla Rete europea dei gestori dei sistemi di trasporto del gas (ENTSOG) per ottenere lo status di progetto di interesse comune.

Il gasdotto "Tesla" dovrebbe entrare in funzione nel 2019. La sua capacità sarà di 27 miliardi di metri cubi e sarà lungo 1300-1400 chilometri. Il costo stimato dell'infrastruttura è di 4-5 miliardi di euro. Dal territorio della Grecia può essere costruito un ramo verso l'Italia, in questo caso, la capacità del gasdotto sarà di 42 miliardi di metri cubi, rileva il giornale. Si prevede che "Tesla" riceverà non solo il gas di "Turkish Stream", ma anche del gasdotto "Tanap" (gasdotto trans-anatolico), ha fatto notare il rappresentante del ministero degli Esteri d'Ungheria. Inoltre "Tesla" potrebbe funzionare in modalità inversa.

In aggiunta gli interlocutori del giornale russo fanno notare che senza il gas di "Turkish Stream" il progetto "Tesla" è irrealizzabile: il gas azero dal giacimento di Shah Deniz in Europa attraverso "Tanap" non è sufficiente, ritengono. Lo status di interesse comune è necessariocper poter beneficiare dei finanziamenti provenienti dai fondi europei, dice uno dei partecipanti al progetto. Senza questa condizione non sarà possibile trovare le risorse sufficienti.

Tuttavia "Tesla" ha un concorrente: il progetto slovacco di gasdotto "Eastring", che dovrebbe congiungere il Paese con la Turchia attraverso la Bulgaria e la Romania, evidenzia il giornale.

"Gazprom" si è rifiutata di commentare queste voci. Nostante le richieste del giornale, non sono giunte dichiarazioni in merito dai ministeri degli Esteri di Grecia, Macedonia e Serbia, così come dalle relative compagnie energetiche.

Il progetto "Turkish Stream" prevede la realizzazione di un gasdotto con una capacità di 63 miliardi di metri cubi di gas all'anno dalla Russia alla Turchia attraverso il Mar Nero. Si prevede che il gasdotto sarà composto da 4 rami da 15,75 miliardi di metri cubi di gas ciascuno; il gas del primo tratto è completamente progettato per il mercato turco, gli altri convergeranno verso il confine turco-greco, dove è prevista la creazione di un hub del gas. Il progetto è ancora in discussione.

Tags:
Energia, Economia, Tanap, Tesla, Gas della Russia, Eastring, Turkish Stream, gasdotto, gas, ENTSOG, Gazprom, Europa orientale, Turchia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik