09:59 28 Novembre 2020
Economia
URL abbreviato
219
Seguici su

Prima privatizzazione del governo Tsipras. Passano di mano 14 aeroporti regionali.

Primo misitstro greco Alexis Tsipras
© REUTERS / Aris Messinis/Pool
Il governo greco ha approvato la cessione di 14 aeroporti regionali al gestore tedesco Fraport per 1,23 miliardi di euro. Lo si è appreso dalla Gazzetta ufficiale di Atene, con una risoluzione firmata dal vicepremier Yanis Dragasakis, dai ministri delle Finanze, Euclides Tsakalotos, dell'Economia, Yorgos Stathakis, e dell'Energia, Panos Skurletis. Si tratta del primo processo di privatizzazione completato dal governo del premier Alexis Tsipras. Gli aeroporti che vengono ceduti sono quelli di Salonicco, Kavala, Corfù, Zante, Canea, Cefalonia, Aktion, Rodi, Kos, Samos, Mitilene, Mykonos, Santorini, Sciato. La privatizzazione degli aeroporti regionali greci era stata inclusa nel memorandum d'intesa che il governo di Atene ha concordato con i suoi creditori internazionali, al fine di ottenere un nuovo programma di salvataggio triennale del valore di circa 86 miliardi di euro.

Questa è la prima privatizzazione attuata dal governo del premier Alexis Tsipras da quando Syriza ha vinto le elezioni a gennaio. Nel novembre dell'anno scorso la Fraport fu dichiarata "investitore privilegiato" per la locazione e la gestione di 14 aeroporti regionali in collaborazione con il gigante energetico greco Copelouzos. La conclusione dell'accordo venne però bloccata a causa del cambio di governo lo scorso gennaio, quando le autorità elleniche dissero di voler riesaminare i termini del contratto.

E' atteso inoltre nei prossimi giorni l'annuncio del governo greco e dell'agenzia per le privatizzazioni del paese (Taiped) delle date per le gare che riguardano la vendita di quote di maggioranza del porto ateniese del Pireo (Olp) e di quello di Salonicco (Olth). Le offerte vincolanti da parte degli interessati, si è appreso, dovrebbero essere presentate entro la fine di ottobre, mentre entro la fine di dicembre sono attese offerte vincolanti anche per l'operatore ferroviario greco Trainose e la società di materiale rotabile Rosco. Il piano di privatizzazioni è stato inserito nella trattativa con i creditori internazionali, che hanno preteso la costituzione di un fondo nel quale collocare asset per 50 miliardi a garanzia, di fatto, dei prestiti targati Esm.

Correlati:

Angela Merkel non vuole salvare la Grecia senza il FMI
Serbia sicura, nessun segnale dalla Grecia per il riconoscimento del Kosovo
Grecia, finalmente tutto bene?
Tags:
privatizzazione, Alexis Tsipras, Germania, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook