19:33 18 Ottobre 2018
La crisi del settore energetico aumenta il rischio di conseguenze sistemiche sulla finanza globale.

La Russia aumenta investimenti in titoli di Stato USA

© Sputnik . Mihail Kutuzov
Economia
URL abbreviato
6109

Nel mese di giugno la Russia ha aumentato di 1,4 miliardi di dollari i suoi investimenti nei titoli di Stato USA (T-bond).

Lo dimostrato i risultati, annunciati la notte scorsa, del rapporto a cura del Dipartimento del Tesoro e della Federal Reserve americana.

Alla fine di giugno il totale dei T-bond acquistati dalla Federazione Russa era pari a 72 miliardi di dollari. Ciò nonostante, la Russia era soltanto alla fine della lista dei 20 compratori più grandi dei treasures americani.

In conformità al rapporto, in giugno la Cina si è riconfermata come il maggiore detentore di titoli USA, aumentando il distacco dal Giappone. Rispetto al mese di maggio, in giugno Pechino ha investito 1 miliardo di dollari in più. La somma complessiva del debito USA nei confronti dei cineesi ora è di 1 trilione 271 miliardi di dollari. Giappone, al contrario, ha diminuito gli investimetni in T-bond di 17,8 miliardi di dollari, sino a 1 trilione 197 miliardi.

Tra i primi 10 detentori dei titoli USA ci sono anche Irlanda, Svizzera, Gran Bretagna e Belgio. Nel mese di giugno la somma complessiva degli investimenti in T-bond degli USA da parte dei non residenti è aumentata di 40,4 miliardi, raggiungendo la cifra di 6 trilioni 175 miliardi di dollari.    

Tags:
Investimenti dei non residenti, Titoli di Stato, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik