18:15 26 Settembre 2017
Roma+ 21°C
Mosca+ 11°C
    bandiera della Grecia

    Grecia, primo accordo con i creditori

    © Sputnik. Vladimir Rodionov
    Economia
    URL abbreviato
    0 38 0 0

    Nella notte raggiunta l'intesa ad Atene sull'avanzo primario che la Grecia dovrà garantire nei prossimi 3 anni, passaggio decisivo per l'approvazione delle altre misure, che porteranno allo sblocco di quasi 90 miliardi dal fondo ESM.

    La Grecia ed i creditori internazionali hanno raggiunto ad Atene l'accordo sul terzo salvataggio ellenico, che eviterà il default e l'uscita dall'euro. A riferirlo è stato il ministro delle Finanze greco Euclid Tsakalotos al termine dell'ultima maratona negoziale di oltre 18 ore: "Mancano due o tre piccole questioni".

    Questo il commento di Tsakalotos, che ha seguito la dichiarazione di una fonte governativa di Atene che al termine degli incontri di ieri aveva parlato di fumata bianca.

    In realtà l'intesa raggiunta nella notte è quella relativa all'avanzo primario che Atene potrà garantire nei prossimi 4 anni, punto fondamentale per la conclusione definitiva del negoziato: secondo indiscrezioni di stampa, al netto degli interessi sarà per il 2016 0,5% e 1% per il 2017.

    Secondo quanto riferito dalla versione online del quotidiano greco Ekathimerini, l'accordo raggiunto prevede inoltre l'attuazione immediata di 35 azioni definite prioritarie, tra cui la revisione della tassazione sulle navi, riduzione del prezzo dei farmaci generici, revisione del welfare, attuazione delle riforme del mercato proposte dall'OCSE, la liberalizzazione del mercato energetico e l'avanzamento del programma di privatizzazioni. 

    Correlati:

    Grecia, si punta ad accordo entro domani
    Giuseppe di Taranto: “L’Italia non è la Grecia”
    Grecia, ex-ministro dell’Energia: UE sta ostacolando il gasdotto SEP
    Tags:
    accordo, salvataggio, Euclid Tsakalotos, Grecia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik