05:09 18 Gennaio 2018
Roma+ 2°C
Mosca-9°C
    Jean-Claude Juncker: dobbiamo lavorare a fondo per agire sull'immigrazione in regola”.

    Ue, approvato fondo da 2,6 miliardi per aiutare membri su emergenza migranti

    © Sputnik. John Kolesidis/File
    Economia
    URL abbreviato
    102

    La maggior parte dei fondi, 615 milioni, sono andati all’Italia. Alla Grecia concessi 518 milioni

    L'Unione europea ha approvato un aiuto finanziario da 2,6 miliardi di dollari per alcuni stati membri tra cui l'Italia e la Grecia, costrette ad affrontare un'emergenza migranti su vasta scala.

    Lo riporta un comunicato della Commissione Ue, secondo cui i programmi nazionali garantiranno aiuto finanziario a 19 stati membri colpiti da alti flussi di migranti in un periodo di sei anni.

    ragazzo libico nel centro di accoglienza Palazzolo Acreide
    © AFP 2018/ Giovanni Isolino
    ragazzo libico nel centro di accoglienza Palazzolo Acreide

    Sarà l'Italia a ricevere la maggior parte dei fondi, con un importo allocato pari a 615 milioni. Alla Grecia, invece, ne sono andati 518.

    "I membri in questi giorni si trovano a dover contrastare sfide senza precedenti nell'ambito delle migrazioni e della sicurezza — si legge nel testo —. La Commissione sta adottando delle azioni nello spirito della solidarietà. I programmi nazionali approvati forniranno assistenza finanziaria significativa per affrontare queste sfide".

    La crisi dei migranti recentemente è aumentata a seguito dei conflitti in Africa Settentrionale, Medio Oriente e centro e Sud Asia. Questi hanno determinato la fuga di centinaia di migliaia di persone.

    Secondo i dati delle Nazioni Unite, circa 137 mila rifugiati hanno attraversato il Mediterraneo nel primo semestre del 2015. In oltre duemila sono morti nella traversata e 1.930 di questi erano diretti in Italia.

    Correlati:

    Immigrazione, euro, Grecia: la UE è un invalido politico?
    Immigrazione: il piano N(ulla) di Renzi
    Tags:
    aiuto finanziario, approvazione, Comissione europea, UE, Grecia, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik