02:22 20 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 10°C
    Dollari USA

    “L'Ucraina ha rinviato di 2 mesi il default”

    © Sputnik. Mihail Kutuzov
    Economia
    URL abbreviato
    0 53535

    Un nuovo pagamento di 60 milioni di dollari deve essere effettuato dall'Ucraina il 23 agosto. Il mese successivo, il 23 settembre, Kiev dovrà pagare 500 milioni altrimenti il Paese sarà in default.

    Il prossimo pagamento di 60 milioni di dollari deve essere eseguito dall'Ucraina il 23 agosto per evitare il default tecnico nel Paese; inoltre il 23 settembre Kiev dovrà pagare 500 milioni di dollari, altrimenti sarà in default, lo riporta oggi il portale web "Apostrophe", citando una fonte nel consiglio dei ministri dell'Ucraina.

    Nella giornata di ieri era stato riferito che Kiev aveva effettuato un nuovo pagamento di 120 milioni di dollari sui titoli di Stato, evitando così il default tecnico. Ciononostante era precedentemente noto che l'Ucraina il 23 settembre deve pagare 500 milioni di dollari per gli eurobond del 2010.

    Secondo il portale, se l'Ucraina non pagherà il 23 agosto le cedole pari ad un importo di 60 milioni $, potrà essere annunciato il default tecnico.

    "Potrebbe contribuire all'intensificazione dei negoziati di Kiev con i creditori. Ma se non ci saranno accordi entro 2 mesi, l'Ucraina non estinguerà il debito, dal momento che la somma di 500 milioni di dollari è inclusa nel pacchetto per la ristrutturazione del debito, che sta cercando di ottenere il governo. Di conseguenza non si tratterà di un default tecnico, ma di un vero e proprio default," — riporta il portale.

    Il debito pubblico dell'Ucraina ammonta a circa 70 miliardi di dollari, di cui circa 40 miliardi fanno parte del debito estero. Per uscire da una crisi economica prolungata, le autorità del Paese stanno negoziando con i creditori la cancellazione del 40% del valore nominale del debito, ovvero 15 miliardi di dollari.

    Tags:
    Finanze, Economia, Debito dell'Ucraina, Default, Crisi del debito, governo
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik