15:18 19 Settembre 2017
Roma+ 22°C
Mosca+ 13°C
    Bandiere di Finlandia e UE

    Finlandia, produttori agricoli in ginocchio per sanzioni russe chiedono aiuti al governo

    © AP Photo/ Sari Gustafsson
    Economia
    URL abbreviato
    1352120

    Sullo sfondo della caduta dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari in tutto il mondo, la situazione in Finlandia sta peggiorando a seguito della diminuzione dei prezzi al consumo e la minaccia che i contributi dello Stato saranno pagati in ritardo.

    L'Unione Centrale degli agricoltori finlandesi (MTK) ha fatto sapere di aver bisogno di aiuti finanziari da parte delle autorità finlandesi per l'introduzione quasi un anno fa dell'embargo sui prodotti agroalimentari da parte della Russia, riporta l'emittente Yle.

    Nell'agosto 2014 la Russia ha introdotto limitazioni nelle importazioni dei prodotti agroalimentari provenienti dai Paesi che hanno imposto sanzioni contro di lei, compresi i Paesi della UE. Sono finiti nella lista delle sanzioni prodotti come carne, salumi, pesce, verdure, frutta e prodotti lattiero-caseari. Lo scorso 25 giugno Mosca ha deciso di estendere l'embargo per 1 anno fino al 5 agosto 2016, in risposta alle sanzioni dell'Unione Europea, che sono state prolungate fino al 31 gennaio dello stesso anno.

    "I prezzi per i prodotti lattiero-caseari sono caduti in tutto il mondo e la situazione del mercato è molto difficile. In Finlandia la situazione è peggiore per la riduzione dei prezzi al consumo e per il rischio che i contributi dello Stato saranno pagati in ritardo. Si tratta di una vera e propria crisi", — l'emittente riporta le parole del rappresentante dell'Unione Centrale degli agricoltori finlandesi (MTK) Ilkka Pohjamo.

    Secondo la MTK, "la Finlandia deve versare un pacchetto di aiuti agli agricoltori, come ha fatto la Francia, dove nel programma di sostegno è stato deciso di stanziare 600 milioni €".

    Secondo Pohjami, "il primo passo è quello di discutere il piano dei pagamenti dei sussidi, quindi apportare le modifiche necessarie, dopodichè considerare le opzioni per ricevere crediti di stabilizzazione".

    Tags:
    Economia, Sanzioni, Agricoltura, crisi, governo, Russia, Finlandia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik