15:43 21 Ottobre 2017
Roma+ 22°C
Mosca+ 3°C
    Il premier italiano Matteo Renzi al summit UE.

    Grecia, per Renzi l'accordo è possibile prima di domenica

    © AP Photo/
    Economia
    URL abbreviato
    17402

    Dopo le parole di Dijsselbloem sull'ultima proposta greca, definita completa, anche il premier italiano spinge per chiudere già domani.

    Le notizie provenienti da Atene incoraggiano a dichiarazioni di apertura e dopo le parole del capo dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, che questa mattina ha definito la proposta inviata questa notte a Bruxelles "completa", è stato il premier italiano Matteo Renzi a dirsi fiducioso sul buon esito della trattativa tra la Grecia ed i creditori.

    Accogliendo Enda Kenny a Roma Renzi ha salutato con favore gli sviluppi di questa notte, affermando nella conferenza congiunta di fine incontro con il suo omologo irlandese che per il buon esito della trattativa potrebbe non essete necessario aspettare fino a domenica.

    "Speriamo di non rivederci domenica — è stato l'auspicio formulato al premier irlandese — questo vuol dire che l'accordo potrebbe essere fatto sabato dai ministri per l'Economia".

    Così Renzi da palazzo Chigi, prima dell'attesa teleconferenza in cui si stanno confrontando in questi minuti i leader europei, in contemporanea con il voto di palazzo Syntagma ad Atene, dove il parlamento dovrà dare il via libera definitivo al piano.

    Il testo dell'accordo, questo il parere di Renzi, non sarà molto diverso da quello di 15 giorni fa e l'augurio espresso dal primo ministro italiano anche in questa occasione è che dopo il salvataggio della Grecia, si torni ad immaginare l'Europa per la prossima generazione.

    "Le sofferenze dei greci ci stanno a cuore — ha detto ancora Renzi — ma la vera questione non si risolverà sabato o domenica".

    Dopo l'iniziale ottimismo mostrato dai vertici europei nelle prime ore della mattinata intanto, si rafforza la sensazione di essere vicini ad un accordo. Il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, ha parlato di proposta completa su cui FMI, Commissione e BCE "faranno i calcoli" per verificare se "i conti tornano". Insomma, un controllo sulla fattibilità delle proposte, che non sono più "irricevibili" o "insufficienti" ma stavolta pienamente "esaurienti". Poi il vertice a dei 19 ministri dell'Economia della zona euro previsto per domani alle 15 per chiudere, forse già domani, la crisi più profonda della moneta unica dalla sua nascita. 

    Correlati:

    Grecia, Tsipras cerca l'appoggio del parlamento sulle nuove proposte
    Montenegro e Grecia importanti per la sicurezza della Nato
    La Grecia ha preparato il piano per costruire il suo tratto di "Turkish Stream"
    La crisi della Grecia segna il tramonto dell'era Merkel in Europa
    Grecia, nuovo piano del governo
    Tusk: la UE si aspetta oggi le proposte della Grecia sul suo programma economico
    Tags:
    Crisi in Grecia, Grexit, BCE, Commissione Europea, Eurogruppo, FMI, Jeroen Dijsselbloem, Alexis Tsipras, Matteo Renzi, Grecia, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik